Rieti, Kobe Bryant e quel camp estivo
fondamentale a Contigliano:
la società vuole dedicargli
il campo e l'evento in estate

Martedì 28 Gennaio 2020 di Lorenzo Santilli
RIETI - Dopo Rieti, anche Contigliano è pronta ad omaggiare Kobe Bryant e sua figlia Gianna, e anche nel comune reatino i motivi sono più che validi. Bisogna andare qualche anno più avanti dell’esperienza reatina della famiglia Bryant, gli anni di Pistoia. Fine anni '80, a Contigliano nell’attuale palestra Piero Malfatti, c’è un camp estivo: tra i partecipanti  c’è un ragazzo che qualche anno dopo sarebbe divento un’icona di questo sport.

Un’esperienza che Kobe non dimenticò, tanto da definire chiave e riproposta con orgoglio dal Basket Contigliano, appena saputo del tragico accaduto. Infatti nell’estate 2016 a Milano, durante il “Mamba Mentility Tour”, alla domanda da dove provenisse quella caratteristica a non mollare mai, Kobe rispose, davanti a una platea di ragazzi: «Abbiamo avuto un camp di pallacanestro, si chiamava camp Contigliano e ho imparato questo lì. In una partita ero molto nervoso, non avevo giocato bene e quella sera al camp stavo pensando perché e questa filosofia è incominciata quella sera». 

Così per tenere vivo il ricordo, il Basket Contigliano è pronto a formalizzare la proposta al Comune, dove in estate è pronto a ospitare proprio un camp con nomi importanti del panorama cestistico nazionale, nel campo “Kobe e Gianna Bryant”. Ultimo aggiornamento: 20:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA