Comunali a Fara Sabina, Basilicata e altriavversari politici diventano inconsapevoli fan della pagina di Roberta Cuneo: esplode la bufera

Domenica 12 Luglio 2020 di Raffaella Di Claudio

RIETI - Di colpo i suoi avversari politici, come l’ex sindaco Davide Basilicata, Marco Marinangeli, Maria Di Giovambattista ma anche Danilo Maestri, Gabriele Picchi insieme a tanti sindaci sabini (da Veronica Diamilla a Giulio Falcetta a Luca Zonetti per citarne alcuni) si sono riscoperti fan della pagina elettorale di Roberta Cuneo. Cuneo che proprio qualche ora fa ha festeggiato il traguardo dei 1500 like. Peccato solo che la maggior parte dei sostenitori lo erano inconsapevolmente. Pare siano rimasti “vittima” dell’unione fra il profilo personale di Roberta Cuneo e la pagina di Cuneo candidata sindaco a Fara Sabina, in base alla quale gli amici del primo diventano fan della seconda.

La denuncia. A denunciare l’accaduto sono stati i membri dell’associazione Noi Fara, presieduta da Maria Di Giovambattista. “Ci sono arrivate decine di segnalazioni da parte dei nostri amici e tesserati, riguardanti il fatto che nelle ultime ore hanno notato un loro like, mai autorizzato, sulla pagina politica Facebook di una candidata a sindaco della nostra Fara – si legge sulla pagina di Noi Fara - . Controllando abbiamo constatato che in effetti la candidata in questione ha unito il proprio profilo personale alla pagina politica, trasformando di fatto tutti gli amici in fan politici. Una pratica che Facebook sembrerebbe consentire, ma che noi definiamo vergognosa ed imbarazzante soprattutto se addirittura si fa un post per festeggiare il traguardo dei nuovi fan. Considerare propri sostenitori politici persone ignare, amici o semplici conoscenti che non hanno mai dato il consenso è l’ennesima dimostrazione di pochezza e mancanza di serietà. La credibilità in politica è una qualità indispensabile, soprattutto quando si aspira a governare una città come la nostra. Usare profili falsi per commentare sui social o ricorrere a questi finti like per accrescere fittiziamente la propria popolarità evidenzia ulteriormente che alcune persone questa credibilità non l’hanno mai avuta”.

Ultimo aggiornamento: 23:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA