Terremoto, Gaetano Papalia mette
a disposizione gratis il suo casale
di Rieti a un allevatore di Amatrice

Giovedì 26 Gennaio 2017 di Alessandra Lancia
RIETI - «Metto a disposizione il mio casale di Rieti con stalle per bovini e suini, pollaio, una scuderia per 10 cavalli, un ampio magazzino, un fienile e una cantina a una famiglia di Amatrice che alleva animali ma che ora non ha né casa né stalla e questo a titolo completamento gratuito».

E’ l’aiuto che più concreto non si può offerto dall’imprenditore reatino Gaetano Papalia a Sergio Pirozzi, che fu coach del Rieti Calcio quando Papalia ne era presidente. E Pirozzi ha girato il messaggio alla popolazione mercoledì sera tramite Radio Amatrice. Nel casale di Papalia - che ai reatini regalò il sogno di riportare il basket in serie A - c’è anche un appartamento e un piccolo appezzamento di terreno per un orto o un vigneto: «Trasferirsi qui può aiutare a garantire la continuità dell’attività».

Quella di offrire agli allevatori – la categoria più provata dai disagi di questi mesi – siti alternativi con cui trasferirsi con tutto il bestiame era già stata tentata dall’assessorato regionale all’Agricoltura quando, tra fine dicembre e i primi di gennaio con le temperature scese a picco le condizioni di vita sulle montagne di Amatrice e Accumoli si erano fatte proibitive. Ma fin qui una sola famiglia aveva accettato la proposta della Regione e ora è in procinto di trasferirsi a Maccarese. Papalia offre invece gratuitamente la possibilità di stabilirsi nel suo casale nella piana reatina. Non si vedono i Monti della Laga, ma Terminillo sì. © RIPRODUZIONE RISERVATA