Alemanno: «Meloni? La sua candidatura non nasca sulle ipocrisie»

Alemanno: «Meloni? La sua candidatura non nasca sulle ipocrisie»
Mercoledì 16 Marzo 2016, 19:36
2 Minuti di Lettura
«Rompo la consegna del silenzio che mi ero dato per consigliare la neo candidata Giorgia Meloni ad essere molto più prudente nelle sue dichiarazioni rispetto alla nostra amministrazione. Non si crea una discontinuità positiva rispetto al passato partendo dall'ipocrisia e dallo scaricabarile. Lei sa benissimo che tutte le scelte della nostra Amministrazione sono state condivise anche dagli assessori e dai consiglieri di Fratelli d'Italia che durante la mia gestione hanno mantenuto importanti deleghe gestionali. Se ci sono stati errori questi sono di tutto il centrodestra, a cominciare dagli uomini di cui lei si contorna». Così in una nota l'ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

«In ogni caso - prosegue Alemanno - mi sembra ridicolo che Giorgia Meloni dica queste cose nel momento in cui lancia appelli all'unità verso un altro candidato come Guido Bertolaso che si trova in una condizione giudiziaria più grave della mia, mentre pretende di discriminare Francesco Storace che è uscito completamente pulito dopo anni di amministrazione della Regione Lazio. La candidatura di Giorgia Meloni può essere un utile spinta al cambiamento nel centrodestra solo se rompe con un vecchio modo di fare politica basato sulle ipocrisie, le menzogne e le invettive»
© RIPRODUZIONE RISERVATA