Desirée, scontro sulle ronde: Raggi dice no. Oggi in piazza Anpi e Forza Nuova

Desirée, scontro sulle ronde: Raggi dice no. Tensione a San Lorenzo
di Stefania Piras

0
  • 45
Estrema destra e Anpi manifestano oggi a poca distanza l'uno dall'altro. Sarà una giornata ad alta tensione per San Lorenzo dove tutti, anche gli opposti, vogliono sfilare contro il massacro di Desirée Mariottini. L'Anpi manifesterà dalle 14 alle 20 a Piazza dell'Immacolata mentre Forza Nuova dalle 16 in poi si troverà a piazza di Porta Maggiore.

LEGGI ANCHE Desirée, il verbale dell’orrore: «Acqua e zucchero mentre moriva, tra stupratori il fidanzato»

E Virginia Raggi si è già schierata. Al suo fianco c'è tutto il Movimento 5stelle romano e il presidente della Camera Roberto Fico che ieri in Campidoglio ha detto: «Anche nei momenti difficili non ci vogliono ruspe» respingendo con forza la ricetta dell'alleato Matteo Salvini.

L'estrema destra ha annunciato il proprio corteo come momento di presidio e protezione del territorio: «Sabato saremo a San Lorenzo per dire basta! Per svegliare il quartiere e il popolo di Roma, per invitare i romani a combattere e ad autorganizzarsi contro clandestini e immigrati che ormai ci hanno dichiarato guerra. Polizia e politica non sono in grado di difenderci».

Per la sindaca Virginia Raggi si tratta di ronde, perlustrazioni securitarie che invece dovrebbero essere competenza delle forze dell'ordine. «Non servono ronde», ha detto ieri in aperto contrasto con Forza Nuova. «Servono cose come il controllo di vicinato che stiamo già sperimentando. Un'attività corale che vede come perno i cittadini che forniscono indicazioni a supporto delle forze dell'ordine. Mi oppongo a qualunque tipo di visione che proponga l'uso della forza privata indiscriminata per risolvere questioni ordine pubblico e sociale», ha poi sottolineato. Secca la replica dal leader di FN Roberto Fiore: «La manifestazione è stata autorizzata. Quello che dice la sindaca Raggi è irrilevante e a breve lo sarà ancor di più». L'Associazione dei partigiani ha deciso di sfilare come risposta, quando ha appreso del corteo di FN. «L'Anpi di fronte al clima di odio e violenza che si sta generando nel paese negli ultimi tempi, invita le cittadine e i cittadini, le forze politiche e sociali, le organizzazioni sindacali, il mondo dell'associazionismo, a partecipare alla manifestazione pacifica e democratica che si svolgerà a Piazza dell'Immacolata», ha scritto il presidente provinciale Fabrizio De Sanctis. E se si considera che nei giorni scorsi aveva festeggiato la medaglia d'oro alla valore militare per la guerra di Liberazione assegnata alla Capitale, Raggi non gradisce la verniciatura nera dei cortei per Desirée. Ieri in una palestra di Ostia è stata anche contestata dai militanti di Casa Pound. Ma i presenti all'iniziativa hanno cacciato il consigliere poundino Luca Marsella e i suoi a suon di «Fuori! Fuori!».

I DEM
La presidente del II Municipio Francesca Del Bello ha chiesto ufficialmente a Matteo Salvini, al Questore e al Prefetto di non autorizzare la manifestazione di FN. I dem in Campidoglio denunciano la strumentalizzazione dei fatti: «Il dolore che ha colpito i cittadini romani e il quartiere di San Lorenzo è già abbastanza grande per sopportare la sfilata del solito gruppetto professionisti della tensione». Ma il corteo ci sarà.
Sabato 27 Ottobre 2018, 11:01 - Ultimo aggiornamento: 27-10-2018 11:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP