Desirée, un testimone: stava male, aveva attorno otto persone

Desirée, un testimone: stava male, aveva attorno otto persone
ARTICOLI CORRELATI
0
  • 602
«Desirée stava male e attorno a sé aveva 7/8 persone che cercavano di farla riprendere». Uno dei frequentatori dello spazio occupato di via dei Lucani, dove la 16enne di Cisterna di Latina è stata trovata morta la notte del 19 ottobre racconta gli ultimi drammatici momenti della vita della ragazzina.

LEGGI ANCHE Desirée, ecco chi sono i due arrestati: uno era stato espulso

«Quella notte ero nel palazzo. Ho visto Desirée stare male. Era per terra e aveva attorno 7/8 persone. Le davano dell'acqua per farla riprendere», spiega l'uomo che dice di essere stato ascoltato in Questura. Il teste racconta anche che la notte del 19 ottobre, attorno al'una, «qualcuno chiamò i soccorsi». «Quel giorno l'ho vista da sola», ha aggiunto l'uomo, uno straniero di circa 30 anni. «Desiree mi ha detto che non voleva tornare a casa, mi ha raccontato che aveva paura perché il papà la picchiava perché si drogava».
 

«Ora voglio giustizia per Desiree, voglio che questa tragedia non accada ad altre ragazze». Sono le parole di Barbara Mariottini, la mamma di Desiree, dopo la notizia dei fermi per lo stupro e l'omicidio della figlia. Chiusa in casa a Cisterna di Latina la donna ha preferito restare con la sua famiglia e lasciare Roma dove Desirée è morta. «Non si drogava, ma negli ultimi tempi era cambiata», si è sfogata.
Giovedì 25 Ottobre 2018, 14:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP