Roma, allarme per la "banda del buco", dieci colpi in un mese nei locali del centro

Roma, allarme per la "banda del buco", dieci colpi in un mese nei locali del centro
di Veronica Cursi
Lunedì 22 Gennaio 2018, 15:04 - Ultimo agg. 15:38
2 Minuti di Lettura

Almeno dieci colpi in poco più di un mese. E sempre con la stessa modalità.  Un sanpietrino preso per strada per spaccare le vetrate dei locali e fare razzia di tutto quello che gli capita: i soldi della cassa, qualche computer.
E' allarme nel centro di Roma per la "banda del buco".  Da qualche tempo i banditi stanno colpendo i locali di Corso Vittorio Emanuele e delle vie circostanti. La denuncia arriva dai commercianti esasperati che chiedono maggior sicurezza: «Da prima di Natale ad oggi abbiamo subito decine di rapine - denunciano - Siamo stanchi. Questa zona è diventata come il bronx. Strade buie, sbandati e senzatetto che si aggirano di notte. E a nulla servono le denunce».

«Solo nel mio ristorante sono entrati tre volte in un mese - racconta un ristoratore di Corso Vittorio Emanuele che preferisce rimanere anonimo - l'ultimo colpo sabato sera alle 5 del mattino. Per fortuna le nostre telecamere esterne hanno documentato tutto. Ma vuole sapere la beffa? I vigili mi hanno fatto una multa di 5 mila euro perché non avrei potuto installare le telecamere. E noi allora come ci tuteliamo?».

Proprio le telecamere infatti avrebbero immortalato il bandito: nel video si vede un uomo sulla trentina con il volto coperto da un passamontagna che spacca la vetrata del locale con un sanpietrino e poi scappa. «Corso Vittorio Emanuele - si sfogano ancora i commercianti - è diventato un covo di  persone violente. Abbiamo fatto decine di denunce ma i furti continuano. Siamo in uno dei quartieri più belli di Roma, è possibile che succeda tutto questo?».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA