Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Anzio, sul lungomare arrivano i blindati: si temono vendette tra bande rivali

Altissima tensione sul litorale, la questura mobilita uomini e mezzi del reparto mobile

Giovedì 21 Luglio 2022 di Ivo Iannozzi
Anzio, sul lungomare arrivano i blindati: si temono vendette tra bande rivali

È blindato il litorale di Anzio dopo l’arresto dei fratelli Ed Drissi coinvolti nell’omicidio del pugile venticinquenne di Aprilia Leonardo Muratovic. Si temono infatti ritorsioni nei confronti dei famigliari dei due indagati e dei loro amici. La Questura di Roma ha rinforzato i controlli su tutto il territorio. Da 48 ore un blindato del Reparto mobile presidia il pronto soccorso dell’ospedale “Riuniti” di Anzio dove è ricoverato in terapia intensiva uno dei bodyguard accoltellato domenica dal padre della vittima davanti al commissariato.

Omicidio Anzio, il gestore del locale disse ai fratelli: «Se arriva Leonardo Muratovic cacciatelo»

Un altro blindato inviato dalla Questura è invece a disposizione davanti al commissariato di polizia di Anzio, pronto ad intervenire per ogni evenienza. Sono stati intensificati anche i controlli sulle strade con la dislocazione di “pattuglioni” di polizia e carabinieri. Intanto ieri mattina, sempre la polizia, ha effettuato un nuovo sequestro di cocaina, crack e marijuana nella piazza di spaccio di Corso Italia nella zona del quartiere di Anzio 2. Tenuto sotto controllo anche l’appartamento al quartiere Zodiaco, nella zona di Lavinio stazione, alla periferia di Anzio, dove i due ragazzi maghrebini vivono con la madre. Si tratta di un quartiere nato negli anni ‘80.

 

L’idea di chi ha costruito lo Zodiaco era di farne una zona residenziale; invece negli anni si è trasformata in una enclave molto problematica e spesso senza regole, dove le forze dell’ordine hanno effettuato interventi contro lo spaccio di stupefacenti. Recentemente il commissariato di polizia di Anzio e la polizia locale hanno sgomberato numerosi appartamenti di proprietà dell’Inps, da anni erano occupati da cittadini rom: i pendolari dello scippo che utilizzavano il treno alla fermata di Lavinio per raggiungere la Capitale e tornare nell’appartamento che avevano occupato dopo una giornata di “lavoro”.

Pugile ucciso ad Anzio, fermati due fratelli: accusati di concorso in omicidio. Il 20enne: «Una disgrazia, ho fatto tutto io»

In questo quartiere problematico vivono i due fratelli coinvolti nell’omicidio del pugile di Aprilia. Il più grande, Ahmed, in passato ha anche praticato il pugilato nella palestra che si trova nell’area dello Zodiaco, proprio sotto il cavalcavia che passa sulla Nettunense. E’ l’unico luogo di aggregazione per i giovani del quartiere Zodiaco dove lo spaccio di droga, la prostituzione e la ricettazione la fanno da padroni. Lo skate park, altro punto di aggregazione realizzato dal comune di Anzio alcuni anni fa, è stato prima vandalizzato e poi distrutto da un incendio doloso. Questo il clima allo Zodiaco. Nel quartiere i fratelli Edrissi sembrano essere due fantasmi. Ma non per tutti. «So chi sono - spiega Franco, un residente - stanno sempre insieme. Il grande è stato sempre molto protettivo nei confronti del fratello minore. Non mi pare che nel quartiere abbiano dato problemi».

Ultimo aggiornamento: 15:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA