Covid a Roma, assembramenti rischiosi: ecco le linee bus più affollate dalla Prenestina al Centro

Venerdì 2 Ottobre 2020 di Flaminia Savelli

Pendolari accalcati e bus affollati già al capolinea: dal Prenestino alla Laurentina, piovono le segnalazioni. Una lista nera, un dossier, degli utenti preoccupati per le distanze di sicurezza impossibili da rispettare. Arrivate al profilo Twitter della municipalizzata ai trasporti, Info Atac. E agli addetti ai lavori, come Andrea Castano che raccoglie i racconti dei pendolari nel blog: Odissea quotidiana. Ma è sufficiente andare tra le 7 e le 9 del mattino al capolinea della stazione Laurentina. Al primo posto dell'elenco c'è la linea 765 che serve le scuole del quadrante - tra l'Eur e il Laurentino - e poi si allunga fino all'Arco di Travertino: «Stiamo così, accalcati, tutte le mattine - racconta Roberto, uno studente del liceo scientifico Aristotele - ma a scuola dobbiamo arrivare in qualche modo. Qui sopra siamo tutti studenti, speriamo che le mascherine siano sufficienti per proteggerci».

Roma, mancano 200 bus per il rientro a scuola: torna l'ipotesi dei privati

Metro Roma, odissea sulla linea A: di nuovo bloccate le stazioni, anche Repubblica

L'epidemiologa Laurenti: «Sui mezzi pubblici evitiamo leggerezze»

LA MAPPA
Lo stesso copione si ripete però anche sulla linea 72 che arriva a Trigoria: «Sono costretto a prendere i mezzi da quando sono rientrato in ufficio a lavorare - racconta Federico Russo, un impiegato - non ho la macchina e non ho alternative. Indossiamo tutti le protezioni ma sulla distanza non possiamo fare nulla una volta saliti a bordo».
La lista dei mezzi più affollati prosegue ancora sulla linea 720 che arriva fino a Ciampino: «Questa è una delle poche linee che collega il quartiere con Ciampino - spiega il personale di stazione - le persone devono essere messe in condizioni di spostarsi in sicurezza ma in questo caso non è possibile». Nessuna distanza di sicurezza neanche sui bus della linea bus 90: 17 fermate tra la stazione Termini e Labia: «Viaggio con la speranza di non ammalarmi - spiega Francesca Pietrini, una segretaria - quando riesco ad organizzarmi, evito di prendere il bus. La mattina è senz'altro l'orario peggiore perchè è sempre pieno di gente». Nella lista c'è poi il 30 che attraversa, dall'Eur, tutto il centro fino a piazzale Clodio: « Sono state anche aumentate le corse perchè è molto frequentato - dice un agente in servizio a piazzale Clodio - ma è chiaro che ci sono degli orari in cui non si rispetta l'80% della capienza previsto dalle norme per il Covid». Problemi per il rispetto delle norme anti contagio anche sui tram della linea19: «Sempre pieno - commenta Francesco, uno studente universitario - ma tutti indossiamo le mascherine. Speriamo sia sufficiente».
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA