Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ballottaggi, da Ardea a Grottaferrata, Cerveteri e Guidonia: domani 170mila alle urne con il rebus affluenza

Il voto nei Comuni della provincia di Roma

Sabato 25 Giugno 2022 di Giampiero Valenza
Ballottaggi, da Ardea a Grottaferrata, Cerveteri e Guidonia: domani 170mila alle urne con il rebus affluenza

Domenica, dalle 7 alle 23, tornano alle urne 168.822 elettori della provincia di Roma per i ballottaggi di quattro Comuni: Ardea, Cerveteri, Ciampino e Guidonia Montecelio. Molto bassa è stata l'affluenza al primo turno. Per scegliere il sindaco di queste quattro amministrazioni, poco meno di un cittadino su due è andato a votare: 79.849. La minor partecipazione è stata ad Ardea, con il 40,94% degli elettori che effettivamente si è presentato alle urne (15.516 su 37.903 aventi diritto). A seguire il Comune più grande per numero di abitanti per questa tornata elettorale dell'hinterland capitolino, Guidonia: dei 68.299 elettori, il 46,05% (31.455 over-18) ha voluto esprimere la propria opinione su sindaco e liste.

Comunali, i risultati del primo turno in provincia di Roma


A Cerveteri l'affluenza è stata del 51,09% (15.864 votanti su 31.051 elettori). La maggiore partecipazione, invece, a Ciampino: il 53,79% (17.014 persone su 31.051 aventi diritto). Fonte Nuova, invece, ha visto il suo sindaco eletto al primo turno: è Piero Presutti, espressione di una maggioranza composta da Fratelli d'Italia e Partito democratico. Con il 68,16% dei voti è stato riconfermato alla guida della città. Anche Grottaferrata ha già il suo primo cittadino: Mirko Di Bernardo, con una coalizione di centrosinistra composta da otto simboli, tra cui il Partito democratico, Movimento 5 Stelle e Italia Viva. Anche Ladispoli ha già chiuso la partita con le elezioni: la città è andata ad Alessandro Grando, espressione del centrodestra.


Ardea
Cremonini-Zito è il testa a testa del Litorale Sud

La sfida sul Litorale Sud di Roma si concentra ad Ardea. Qui alle urne la scheda prevede due nomi: Maurizio Cremonini e Lucio Zito. Il primo (che fu vicesindaco della città), è sostenuto da Fratelli d’Italia, Lega, Ardea al centro-Cambiamo! e Rinascimento. Ha ottenuto al primo turno il 41,73%. Il secondo, presidente uscente del Consiglio comunale, è appoggiato da una coalizione composta dal Partito democratico, dal Movimento 5 Stelle, dalla Democrazia Cristiana e dalla Lista Azzurri. Nella prima tornata si era attestato al 39,61%.

Cerveteri
Gubetti avanti Moscherini vanta un’intesa coi civici

Nel Litorale Nord, a Cerveteri, poco più di 30mila elettori potranno scegliere il loro sindaco tra Elena Maria Gubetti (sostenuta daGovernoCivico perGubetti sindaco, Partito democratico, Noi per Cerveteri, Cerveteri domani, Europa Verde) che al primo turno aveva ottenuto il 40,35% e Giovanni Moscherini (appoggiato da Fratelli d’Italia, Capacità e Passione con Lamberto, Trasparenza legalità, Forza Italia, Cerveteri èviva conBrazzini eLega)che aveva raggiunto due settimane fa il 31,58%. Moscherini ha siglato un apparentamento con Anna Lisa Belardinelli, espressione di una coalizione civica che che al primo turno avevaottenutoil28,06%.

Ciampino
Colella-Ballico derby femminile all’ultimo voto

La sfida a Ciampino è tra il sindaco uscente Daniela Ballico (espressione del centrodestra), ed Emanuela Colella (centrosinistra). Al primo turno Ballico (sostenuta da una coalizione composta da Ciampino merita di più, Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia-Unione di Centro, Igdo pubblico e Il Popolo della famiglia) ha ottenuto il 38,68% delle preferenze ed Emanuela Colella (appoggiata da un’alleanza che vede insieme il Partito democratico-Articolo Uno, Ciampino futura, Ciampino sul serio, Movimento 5 Stelle e Ideale per Ciampino) era arrivata al 37,66% dei voti.

Guidonia
Duello Masini e Lombardo: out il centrosinistra

La sfida del ballottaggio a Guidonia ha escluso il centrosinistra. Domenica sulla scheda elettorale ci saranno i nomi dell’ex assessore all’urbanistica e poi vicesindaco Mauro Lombardo (sostenuto dalle liste Il Biplano, Guidonia Montecelio Domani, Città Nuova Cambiamo Guidonia Montecelio, Consenso civico, Civici, L’onda e Polo Civico) che al primo turno aveva avuto il 35,28% delle preferenze e l’ex dirigente comunale Alfonso Masini, consulente del nucleo Tutela patrimonio culturale dei carabinieri, (appoggiato da Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia, Tradizione e sviluppo), che aveva ottenuto il 27,88%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA