Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il mistero della campana rubata a Camerata Vecchia e riapparsa in autostrada: furto sacrilego su commissione

Sabato 29 Gennaio 2022 di Antonio Scattoni
Il mistero della campana rubata a Camerata Vecchia

La campana benedetta del Seicento di un'antichissima chiesa rubata e riapparsa in autostrada qualche giorno dopo in autostrada: se non proprio di miracolo, si tratta di un mistero con pochi o punto precedenti.

L'ultimo capitolo è il ritrovamento della campana della chiesa di Camerata Vecchia,  75 chilometri a ovest di Roma, distrutto da un furioso incendio a gennaio del 1859 e da allora disabitato.

A rintracciarla è stata la Polizia di Stato che aveva sulle scrivanie la denuncia del furto presentata lo scorso 22 dicembre, denuncia firmata dall’associazione “ Pro Camorata”.

 

La campana, fusa nel 1628 come riporta la data incisasi di essa, era nel piccolo campanile della Chiesa della Madonna delle Grazie a Camerata Vecchia,  sui Monti Simbruini a 1275 metri di altitudine. Dopo la denuncia del furto erano partite le indagini, ma improvvisamente la campana è apparsa l'altro ieri su un muretto di contenimento di una piazzola di emergenza dell’autostrada A24, la Roma – L’Aquila, all’altezza del territorio del Comune di Oricola.

Pertanto nemmeno troppo lontano dal luogo  del furto. A ritrovarla nel buio della notte due poliziotti del distaccamento della polizia stradale di Carsoli, guidato dal commissario Paolo Prosperi. I due agenti in servizio su quel tratto di autostrada hanno visto nell’oscurità un grande pacco avvolto nella carta e adagiato su questo muretto. Dopo averlo scoperto è apparsa l’antica campana alta poco più di 40 centimetri e abbastanza pesante. Agli agenti non c’ è voluto molto a capire che era quella  trafugata in montagna nella chiesa di Camerata Vecchia.

Ma chi aveva messo la campana  su quel muretto? E perché proprio su un muretto di una autostrada molto trafficata, sempre pattugliata dalle forze dell’ordine?  E’ probabile che qualcuno volesse disfarsene facendola anche ritrovare. Pentimento dopo un furto sacrilego? Scomparsa sul compratore che aveva commissionato il furto? 

E’ lo stesso presidente dell’associazione “ Pro Camorata” che ne denunciò la scomparsa lo scorso 22 dicembre a dare una spiegazione: “ Siamo convinti che aver pubblicizzato e reso di dominio pubblico il vile gesto, attraverso i  mass media - dice Stefano Nardi -  è stato un essenziale contributo al ritrovamento della campana. Ringraziamo i giornalisti che con puntuali articoli e foto della campana hanno portato all’attenzione dell’opinione pubblica il furto compiuto”.

Un furto  che ha richiesto, comunque,  una certa organizzazione. La chiesa della Madonna delle Grazie  è in un borgo che si trova su un colle a circa 1300 metri di altitudine, oggi disabitato e raggiungibile da una sola strada sterrata. La campana era sul tetto della chiesa ed è un oggetto anche pesante: sono servite almeno tre persone per mettere a segno il colpo. Pertanto come mai tanta fatica per poi abbandonare il bronzeo bottino?

Qualcuno a cui interessava si è tirato indietro? Oppure gli autori avevano paura di essere catturati durante la fuga? La campana era forse stata rubata per fonderla?

Una risposta la dà sempre il presidente di Pro Camorata: “La grande risonanza di quanto accaduto – conclude Stefano Nardi -  pensiamo che sia stato un deterrente che ha probabilmente impedito ai malfattori di collocare la campana sul mercato illecito delle opere d’arte. Ci auspichiamo che al più presto la campana sia ricollocata nella sua sede originaria, in quanto ha un valore che va oltre quello economico”.

Per ora la campana è stata portata dalla Polizia nella chiesa parrocchiale di Camerata Nuova e riconsegnata al parroco. Ad accogliere i poliziotti una folla di fedeli; il parroco ha naturalmente suonato le campane a festa. Il campanile della chiesa della Madonna delle Grazie, a Camerata Vecchia distrutta dall’incendio e meta solo di escursionisti, per ora resta senza campana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA