CORONAVIRUS

Coronavirus Roma, 75 kg di cocaina nel box di casa: arrestato 24enne

Venerdì 24 Aprile 2020

Quando si dice, lavoro da casa ai tempi del coronavirus Anche per gli spacciatori diventa un business. E' il caso di un ragazzo di 24 anni, origini albanesi, che aveva trasformato il box auto di casa in una centrale dello spaccio. A scoprire il traffico, i carabinieri di Ostia che hanno sequestrato 75 chili di cocaina scoperti nell'auto di un albanese, parcheggiata in un box a Ponte Galeria.
Coronavirus, crimine a Roma piegato: piazze di spaccio chiuse, droga consegnata a domicilio
Coronavirus, «Consegna a domicilio», ma invece della pasta portano cocaina. Arrestata coppia di pusher

I militari hanno poi localizzato un deposito di droga e arrestato due persone con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso dei quotidiani servizi di controllo del territorio, i militari hanno notato lo strano atteggiamento di un cittadino albanese di 24 anni, nella Capitale senza fissa dimora e incensurato, che, in più occasioni, è stato visto aggirarsi lungo le vie della città a bordo della sua auto.

Il ragazzo, puntualmente, lasciava il suo veicolo posteggiato in un box di Ponte Galeria di proprietà di un 46enne romano. Ritenendo che i due sospetti potessero esercitare qualche attività illecita, i carabinieri hanno deciso di seguirne gli spostamenti e di effettuare un controllo nell'abitazione del 46enne: nel corso della perquisizione, i militari hanno trovato 64 involucri contenenti cocaina, alcuni dei quali nascosti in vani ricavati nel portabagagli dell'auto del giovane albanese, per un peso complessivo di oltre 75 Kg. I due sono stati arrestati e condotti nel carcere di Regina Coeli, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Lo stupefacente sequestrato, che avrebbe potuto fruttare quasi 4 milioni di euro, era destinato a rifornire le principali piazze di spaccio di Roma e del litorale.

Ultimo aggiornamento: 11:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA