CORONAVIRUS

Virus Roma, distanze non rispettate e niente mascherine: chiusi due negozi a San Paolo

Giovedì 30 Luglio 2020
Virus Roma, distanze non rispettate e niente mascherine: chiusi due negozi a San Paolo
Coronavairus a Roma, ancora multe e chiusure. Decine di sanzioni amministrative e due attività commerciali chiuse: è il bilancio dei controlli sul rispetto delle misure anti Covid-19 fatti scattare dai carabinieri della compagnia Eur nella zona della Basilica San Paolo, area in cui sono presenti molti locali notturni. I carabinieri hanno chiuso per cinque giorni un chiosco perché l'afflusso di clienti era tale da non consentire tra loro la distanza minima di un metro e il personale impiegato nell'attività era sprovvisto di mascherine. Stessa sorte è toccata a un negozio di via Pietro Giordani: anche qui, infatti, i militari hanno sorpreso clienti che non riuscivano a mantenere il corretto distanziamento sociale, l'assenza della barriera fisica nella postazione dedicata alla cassa, il personale di servizio a contatto con i clienti senza mascherine e l'assenza di igienizzanti all'ingresso.

Roma, movida e controlli anti-Covid: chiusi 4 locali a Ponte Milvio e Trastevere

Roma, movida senza regole: controlli nel weekend da Trastevere a Ostia. Chiuse le piazze più a rischio

Anche le serrande del minimarket rimarranno chiuse per cinque giorni. In un terzo esercizio commerciale controllato dai carabinieri, è stata elevata una sanzione amministrativa per l'inosservanza, da parte della clientela, della distanza minima di sicurezza raccomandata. Tutte le persone che sono state trovate a meno di un metro l'uno dall'altro, a loro volta, sono state identificate per la notifica delle sanzioni previste: si tratta di 21 persone per un importo complessivo di 5.880 euro. I controlli si sono conclusi a notte inoltrata: sotto la lente dei carabinieri sono passate 364 persone, 116 veicoli e 8 attività commerciali.

 
 
Ultimo aggiornamento: 11:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA