Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

CORONAVIRUS

Coronavirus a Roma, l'appello della Raggi: «Dobbiamo fermare il contagio rinunciando a gesti quotidiani»

Sabato 7 Marzo 2020
Coronavirus a Roma, Virignia Raggi: «Dobbiamo fermare il contagio, aiuteremo turismo, commercianti e albergatori»

La sindaca di Roma Virginia Raggi sulla sua pagina Facebook ha deciso di rivolgersi ai romani con un video in cui affronta la situazione relativa al Coronavirus. La prima cittadina della Capitale ha parlato delle rinunce fatte dalla città, che ha cancellato alcuni eventi sportivi come la maratona e il Gp di Formula E, e ha ringraziato il governo per i provvedimenti messi tempestivamente in atto. Di seguito il testo integrale del messaggio e il video pubblicato

Coronavirus nel Lazio, Alessio D’Amato: «Siamo pronti anche con 1.500 contagi»

Coronavirus, uno Spallanzani-due nasce alla Columbus: sul litorale chiuso il pronto soccorso

In queste ore l’Italia e Roma stanno affrontando una sfida senza precedenti. Qualcosa che, fino a poche settimane fa, nessuno di noi avrebbe immaginato: il coronavirus.
Il nostro primo obiettivo è frenare il contagio. A ciascuno di noi viene richiesto di mettere in campo una serie di comportamenti non facili e, a volte, anche poco piacevoli: non dare la mano, non abbracciarsi.

Sono gesti quotidiani ai quali dobbiamo rinunciare. Perché? Perché la sfida per fermare il contagio è una cosa alla quale dobbiamo contribuire tutti. Anzi, in questo momento, sono molto orgogliosa di quello che sta facendo la nostra comunità: Roma e l’Italia si stanno comportando davvero bene.
 



Dobbiamo essere tutti orgogliosi di quello che stiamo facendo perché ognuno di noi può fare la differenza. C’è un dato che mi ha particolarmente ferito e riguarda gli episodi di razzismo nei confronti degli italiani all’estero. Io credo che questo debba farci riflettere.

Allo stesso tempo voglio dire che Roma è e rimane una città aperta. Abbiamo dovuto prendere delle decisioni. Come sapete, la nostra città ha dovuto rinunciare ad alcuni appuntamenti importanti anche internazionali che tutti stavamo aspettando: la Maratona di Roma e la Formula E.

Sono impegni che avrebbero visto un’affluenza di pubblico importante da tante parti d’Italia e anche dall’estero. Tutto questo avrebbe rappresentato occasioni di contagio che in questo momento devono essere limitate.

Agli organizzatori ai quali abbiamo chiesto di sospendere e rimandare garantiamo, sin da ora, il pieno appoggio dell’Amministrazione capitolina per organizzare prossimamente le manifestazioni. Sono sicura che ognuno di noi farà del proprio meglio per contribuire con entusiasmo a riprogrammare queste iniziative.
Voglio ricordare che ci sono alcune categorie più vessate: mi riferisco ai commercianti, agli operatori del comparto del turismo, agli albergatori, alle guide. Stanno soffrendo una crisi senza precedenti. Insieme a loro capiremo quali sono le manovre più urgenti da mettere in atto.

Ringrazio il Governo che con rapidità ha stanziato più di 7 miliardi di euro. Credo che potranno dare un’iniziale e importante boccata d’ossigeno a queste persone.
Ma ricordiamo che ognuno di noi è chiamato a far ripartire questi settori.
Questo è il tempo della responsabilità. Per ripartire insieme e più forti di prima. Io confido nella nostra comunità. So che ce la possiamo fare.

 

Ultimo aggiornamento: 11:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA