CORONAVIRUS

Coronavirus, «Strisce blu sospese fino a settembre». Ma M5S si spacca sulla proroga

Venerdì 24 Aprile 2020 di Lorenzo De Cicco
Coronavirus, «Strisce blu sospese fino a settembre». Ma M5S si spacca su proroga

Per le strisce blu di Roma il pagamento è sospeso dall’inizio dell’emergenza Covid. Ma fino a quando rimarrà così? Per adesso lo stop è valido fino al 4 maggio. Per il futuro il Comune ancora non ha deciso. Il dossier è sulla scrivania della sindaca Virginia Raggi, a cui da giorni stanno arrivando input diversi dall’interno della maggioranza stellata: c’è chi, come il presidente della Commissione Attività Produttive, Andrea Coia, dopo avere sentito i commercianti piegati dalla crisi, vorrebbe che la sospensione dei balzelli sia protratta per tutta l’estate. Ma non tutti i colleghi grillini la pensano allo stesso modo.
Coronavirus Roma, dal Comune stop Ztl per tutto il 2020: «I bus non bastano»
Coronavirus, Raggi proroga le ordinanze fino al 3 maggio

Enrico Stefàno, presidente della Commissione Trasporti e appassionato di bici e mobilità dolce, spinge per far tornare il ticket a stretto giro. «Sospenderlo non è una misura risolutiva», sostiene. Nel mezzo c’è appunto la sindaca che deve prendere una decisione entro 10 giorni. Decisione che dovrà tenere conto anche dei risvolti economici della mossa: sotto la vernice blu delle strisce c’è un tesoro. L’anno scorso il Campidoglio ha incassato 38 milioni di euro. Ogni mese di sospensione l’amministrazione perde 3 milioni. Anche per questo una valutazione sarà fatta insieme all’assessore al Bilancio, Gianni Lemmetti. Le associazioni di categoria dei negozianti sul punto sono tutte d’accordo: «La sospensione deve rimanere».

Il presidente della Commissione Commercio, Coia, è su questa linea: «Fino alla riapertura totale dovrebbe essere scontato rimanere come oggi, con la sospensione». Per Stefàno della Commissione Mobilità invece «sarebbe un incentivo a prendere la macchina, che non può essere una soluzione, anche in una fase di contingentamento del trasporto pubblico. Le alternative sono altre: se le strade si ingolfano il bus è in ritardo e anche un taxi costa di più». L’ultima parola - così come sull’apertura dei varchi della Ztl - spetta a Raggi

© RIPRODUZIONE RISERVATA