Covid a Ostia, l'odissea del piccolo Luca: «Mio figlio, 4 anni, mandato via da scuola solo per uno starnuto»

Lunedì 21 Settembre 2020 di Michele Galvani

Questa è la storia di Luca, 4 anni, rimandato a casa «per uno starnuto», racconta con amarezza il papà alle prese con le problematiche dovute al Covid. Luca (nome di fantasia) la scorsa settimana era in fila per entrare nella sua scuola materna comunale a Ostia la “Do-Re-Mi diverto”, quando all'improvviso ha starnutito. «Suo figlio oggi non entra, ha detto la maestra a mia moglie, perché già ieri in giardino aveva fatto 2-3 starnuti e si è pulito con il braccio». Il piccolo, racconta ancora il papà che ha postato la storia su Twitter ma che ora vuole restare anonimo perché dopo il suo tweet è successo «un pandemonio» sottolinea, aveva il sole contro. «Io capisco benissimo la preoccupazione e l'ansia di lavorare in luoghi di assembramento, anche io sono in prima linea perché faccio lavorare le persone in safety, ma qui andiamo oltre».

Roma, caso sospetto in asilo nido: bimbo in isolamento insieme alla sua "bolla"

Coronavirus, quindici nuovi casi in Abruzzo. Contagiato bimbo di un anno

Primo giorno di scuola a Roma, genitori "banditi": ecco com'è andata negli istituti che hanno già riaperto

«Mio figlio ha la rinite allergica, quando era in fila per entrare in classe aveva 36.6 quindi tutto nei parametri: quando arriveranno i primi raffreddori che facciamo? Chiudiamo tutto? Oggi Luca è andato a scuola ma la maestra si era impuntata di nuovo. Il certificato del pediatra, dove c'è scritto che il bambino soffre di rinite allergica e può frequentare l'istituto, sostiene non fosse perfetto. Va cambiato». Quando l'altra settimana lo hanno rispedito a casa alla mamma in macchina diceva «perché non posso stare in classe con i miei amici?». Luca ha avuto solo la sfortuna di «stare nel posto sbagliato al momento sbagliato, lui è la parte lesa. Per fortuna è una storia a lieto fine: ma è giusto che si sappia cosa succede nelle scuole».

Ultimo aggiornamento: 22 Settembre, 08:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA