CORONAVIRUS

Covid Lazio, bollettino 21 settembre: 198 nuovi casi, 117 a Roma. Le Foche: reparto Covid tornato pieno

Lunedì 21 Settembre 2020
Covid Lazio, bollettino 21 settembre: 198 nuovi casi, 117 a Roma

Nel Lazio si registrano 198 casi di coronavirus nelle ultime 24 ore. Di questi 117 sono a Roma: cinque i decessi. 

Covid Lazio, bollettino oggi 20 settembre: 165 nuovi casi (119 a Roma)
Covid Roma, boom di tamponi sui bimbi piccoli, ira dei genitori: «Assurdo, chiesti anche per un raffreddore»

 

#Coronavirus: D'Amato: Su oltre 8 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 198 casi di questi 117 sono a Roma e cinque...

Posted by Salute Lazio on Monday, 21 September 2020

 

Covid Lazio, il dettaglio delle Asl

Nella Asl Roma 1 sono 28 i casi nelle ultime 24h e di questi due con link dalla Sardegna. Quattordici sono i casi con link familiare o contatto di un caso già noto e isolato.
Nella Asl Roma 2 sono 76 i casi nelle ultime 24h e tra questi venticinque sono i contatti di casi già noti e isolati. tre sono stati individuati in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl Roma 3 sono 13 i casi nelle ultime 24h e si tratta di due casi con link dalla Sardegna e uno dal Marocco. Quattro i contatti di casi già noti e isolati e un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione e uno al test sierologico. Nella Asl Roma 4 sono 2 i casi nelle ultime 24h e si tratta di un contatto di un caso già noto e isolato e uno individuato su segnalazione del medico di medicina generale. Nella Asl Roma 5 sono 15 i casi nelle ultime 24h e si tratta di un caso di rientro dalla Sicilia, dieci sono i contatti di casi già noti e isolati. Un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl Roma 6 sono 11 i casi nelle ultime 24h e si tratta di otto contatti di casi già noti e isolati e un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione. Nelle province si registrano 53 casi e due decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono quarantuno i casi e un decesso. I casi riguardano un link dalla Sardegna e uno dalla Romania. Diciotto i casi con link familiare o contatto di un caso già noto e isolato. Nella Asl di Frosinone si registrano otto casi e un decesso. Dei casi uno è di rientro dalla Romania, due sono contatti di casi già noti e isolati e un caso individuato in fase di pre-ospedalizzazione. Nella Asl di Rieti si registrano due casi e si tratta di contatti di casi già noti e isolati. Nella Asl di Viterbo si registrano due casi e sono contatti di casi già noti e isolati.
 

Le Foche: ricoveri al completo

«Il nostro reparto Covid è tornato pieno, il numero dei ricoveri è completo. È una situazione al momento tranquilla, ma non si può avere un sovraccarico. E il sovraccarico è legato ai comportamenti. Dobbiamo assolutamente comunicare in modo chiaro che servono comportamenti responsabili che sono etici, morali: non si deve mettere in pericolo la salute degli altri». Così Francesco Le Foche, responsabile del Day hospital di immunoinfettivologia del Policlinico Umberto I di Roma, commenta l'incremento dei dati dei contagi nella Regione Lazio registrati oggi. «Quello che sta succedendo - spiega Le Foche all'Adnkronos Salute - è una crescita dei contagi che comporta un aumento della carica virale socialmente espressa. È chiaro che questo può portare, in persone che hanno un disequilibrio immunitario, alla malattia. Noi abbiamo visto, negli ultimi mesi, una carica virale molto bassa, grazie al lockdown precedente. Tanto bassa che non riusciva a produrre malattia e forse nemmeno contagio. Dopo l'effetto vacanziero le cose sono cambiate. La carica sta aumentando gradatamente, rispetto al numero dei contagi. Insomma il 'guadagnò ottenuto con lockdown è messo in pericolo da comportamenti estivi», conclude Le Foche che ribadisce l'appello: «Serve adottare le misure di prevenzione. La libertà personale non deve incidere sulla salute degli altri. Se i comportamenti ignorano etica e morale, perché di questo parliamo, piano piano riaumenterà la carica virale. È una questione decisiva».
 

Ultimo aggiornamento: 19:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA