Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Covid e vaccini, open day per over 30 e maturandi entro fine maggio nel Lazio

Lunedì 17 Maggio 2021 di Camilla Mozzetti
Covid e vaccini, open day per over 30 e maturandi entro fine maggio nel Lazio

La data più probabile potrebbe essere quella dell’ultimo weekend di giugno: “open day” per i maturandi del Lazio il prossimo 29 e 30 maggio. Dopo l’avvio della sperimentazione per le immunizzazioni anti Covid negli hub durante i fine settimana, la Regione apre agli studenti e a quelli che dal prossimo 16 giugno dovranno sostenere l’esame di Maturità con l’unica prova dell’orale.

 
In tutto il Lazio i ragazzi chiamati alla prova dell’esame di Stato sono circa 35 mila su oltre 500 mila liceali. A loro saranno riservati quasi certamente prima del 2 giugno due giorni di vaccinazioni. «Pensiamo sia importante far svolgere in tranquillità gli esami - spiega l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato - la gran parte del personale docente e non docente avrà avuto il vaccino ed è importante che lo abbiano anche i maturandi». A confermare l’impegno il governatore Nicola Zingaretti che su Twitter ha scritto: «Vaccinare i maturandi ora è possibile e lo faremo. Torniamo alla normalità con i vaccini e pensando a tutti. È giusto pensare a ragazzi e ragazze che hanno di fronte questa prova, dopo 2 anni difficili anche per lo studio e la vita sociale». Entusiasti del piano sia i dirigenti scolastici che i sindacati i quali chiedono che il “modello Lazio” sia esportato e replicato in tutta Italia e garantito a tutti i giovani che dovranno sostenere l’esame.

 
Il prossimo fine settimana - 22 e 23 maggio - gli “open day” saranno aperti agli over 30 mentre per i ragazzi prima del 2 giugno la data più certa è quella del 29 e 30 maggio.


IL PROGRAMMA
L’assunto di base è quello di portare il vaccino ai ragazzi e permettere loro di prenotare un appuntamento prima delle prove con pochi passi attraverso un App. Per quanto riguarda il vaccino non è escluso che a loro sia destinato il Johnson&Johnson: una sola somministrazione senza richiamo e via. Si dovrà valutare la disponibilità delle dosi ma dal programma delle consegne i vaccini non mancano. Tra il 22 e il 27 maggio infatti sono attese nel Lazio due consegne del J&J per un totale di circa 65 mila dosi. Una quantità sufficiente a coprire i maturandi e iniziare le consegne per le farmacie aderenti alla campagna. Ma non finisce qui perché al fianco delle vaccinazioni la Regione è pronta anche a garantire i test salivari sempre agli studenti prima dell’Esame di Stato.

 
LO SCREENING
Dopo il via libera del Ministero all’utilizzo di questi test diagnostici e dopo l’avvio degli screening in alcuni istituti comprensivi della Capitale è lecito supporre che anche in vista della Maturità possano essere usati come strumenti di prevenzione nel caso in cui non tutti gli studenti volessero o riuscissero a vaccinarsi entro il prossimo 2 giugno. In questo caso l’utilizzo dei salivari scatterebbe a ridosso delle prove, almeno 48 ore prima dell’orale, e dunque intorno al 14 giugno. Si dovrà capire dove farli ma è lecito supporre che le scuole possano organizzarsi in gruppi chiamando a raccolta in un numero contenuto di sedi i maturandi. «Siamo soddisfatti del lavoro della Regione Lazio - commenta il capo dell’AssoPresidi Mario Rusconi - e favorevoli sia ai test salivari che ai vaccini ai maturandi, chiediamo queste misure da mesi». Quel che è certo è che non si arriverà all’Esame di Stato senza garantire queste due opzioni mentre prosegue la campagna vaccinale che ieri sera (dato delle 20) ha raggiunto la soglia dei 2.647.768 vaccinati con almeno una dose in tutta la Regione.


Ad oggi il Lazio è secondo in valore assoluto sul numero di vaccini. Sempre secondo in Italia per la fascia 70-79 enni che hanno completato il ciclo vaccinale e terzo con l’85% degli over 80 immunizzati. Negli ultimi due giorni con gli “open day” per gli over 40 le somministrazioni giornaliere hanno superato la soglia dei 50 mila vaccini. Il dato di sabato era di 56.658 dosi inoculate: record mai raggiunto prima.
 

Ultimo aggiornamento: 18 Maggio, 10:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA