Roma, le discoteche riaprono: Green pass e tracciamento all’entrata

A 19 mesi dallo stop, 100 locali nel Lazio. Dal Room26 al Piper: «Pronti a partire»

Venerdì 8 Ottobre 2021 di Flaminia Savelli
Roma, le discoteche riaprono: Green pass e tracciamento all entrata

Dopo l’ok del Comitato tecnico scientifico, la grande macchina dei locali della Capitale è pronta a ripartire: il primo passo dopo 19 mesi di stop, imposto con lo scoppio della pandemia. Almeno per i più ligi alle regole. Perché i controlli delle forze dell’ordine hanno accertato a più riprese come, dal ritorno della Regione Lazio in zona bianca (il 14 giugno), alcuni locali abbiano organizzato feste e serate violando norme e regole. Dalle sale ballo di Ostia a quelle del Colosseo, sono fioccate multe e sospensioni delle licenze. Ma ora, con il via dal prossimo lunedì e con nuove regole, si potrà tornate a ballare. 

Discoteche, Fiepet-Confersecenti: riapertura passo avanti

LE NUOVE REGOLE

Gli imprenditori della notte intanto si stanno organizzando. Sono 100 le sale da ballo che sono rimaste serrate e che potranno tornare in attività, per il momento, al 50 %. Anche in questo caso sarà obbligatorio il Grenn pass: agli ingressi sarà attivato un doppio filtro con il controllo del certificato e con i recapiti da contattare per il tracciamento. «Abbiamo sperato di poter salvare la stagione estiva, invece siamo rimasti gli ultimi a riaprire. Ci stiamo riorganizzando, per quanto riguarda la capienza, speriamo che sia solo per una fase iniziale così come è stato per i cinema e i teatri che sono poi arrivati alla capienza completa» dice Antonio Flamini, presidente Silb Lazio, l’associazione che riunisce i locali da ballo e discoteche. Un settore che ha registrato una perdita da 100 milioni di euro di fatturato solo nel 2020. Un tracollo che ha paralizzato 10 mila posti di lavoro. Baristi, ballerini, dj e barman rimasti senza serate da animare e quindi senza lavoro. 

 

 

LE RIAPERTURE

«Ci siamo messi subito alla ricerca di personale» spiega Gianluca D’Ettorre, titolare del Room26 all’Eur: «Non è semplice perché in tanti, per sopravvivere alla crisi Covid, hanno cambiato mestiere. Da un punto di vista organizzativo per chi, come noi, ha rispettato le regole ed è rimasto chiuso riaccendere le luci in pista è più complicato. Stiamo comunque organizzando il calendario delle serate, vogliamo tornare in grande stile dopo questo periodo di chiusura prolungata» conclude D’Ettorre. Il primo, grande appuntamento, è per la notte di Halloween, per la fine del mese. Mentre alcuni locali hanno scelto l’apertura “anticipata”. Come il Vinile (ex 45 Giri) che sarà operativo da questa settimana. Il Room26 e il Piper, invece dal prossimo 22 ottobre.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA