Fonseca, ladri in casa: furto di tre orologi per 100 mila euro

Domenica 1 Novembre 2020 di Marco De Risi e Alessia Marani
​Fonseca, ladri in casa: furto di tre orologi per 100 mila euro

Beffato proprio mentre era a Trigoria per allenare la squadra in ritiro, i ladri ne hanno approfittato per entrare nella sua abitazione extra-lusso di via della Nocetta, a Monteverde, a due passi da Villa Pamphijli, e rubargli tre preziosissimi orologi, dal valore di almeno centomila euro. Vittima del raid avvenuto nella giornata di venerdì - molto probabilmente un furto su commissione - è Paulo Fonseca, l’ex calciatore portoghese ora allenatore della Roma. Se ne è accorta la sua famiglia ieri sera recandosi nell’abitazione. 

LEGGI ANCHE --> Francesco Totti perde il Rolex e fa un appello su Instagram: «Se lo trovate verrò io di persona a prenderlo»

Qualcuno era riuscito a disinserire l’allarme e a entrare all’interno, attraverso una porta finestra, senza colpo ferire. Soprattutto, senza lasciare alcuna impronta. Roba da professionisti. Un colpo studiato nel minimo dettaglio.

Solo una settimana fa a Joaquin Correa, il giovane talento argentino della Lazio, i ladri, introducendosi nella sua casa alla Giustiniana, quadrante Nord della Capitale, erano riusciti a portarsi via gioielli e orologi per 7mila euro, oltre a una borsa griffata della fidanzata. Anche in quella occasione l’atleta era assente, impegnato sul campo da gioco per la partita all’Olimpico tra Lazio e Bologna. I “soliti ignoti” ne hanno approfittato per agire indisturbati. 
Fonseca, 47 anni, alla guida tecnica della squadra giallorossa dall’agosto del 2019, ha presentato denuncia alla Polizia. Sul misterioso furto indagano gli agenti del Commissariato Monteverde. 

Sul posto anche la Polizia scientifica per i rilievi del caso, un sopralluogo lungo, durato ore. Ma, a un primo esame, sulle superfici non sarebbero state rilevate tracce utili. Chi ha agito lo ha fatto usando la massima precisione ed esperienza, non solo ha neutralizzato il sistema antifurto, ma ha anche indossato guanti in lattice. I ladri conoscevano abitudini e spostamenti del mister giallorosso. Hanno “lavorato” senza trovare ostacoli per tutto il tempo necessario a rinvenire il bottino. Si tratta di orologi di grande valore le cui quotazioni, in tempi di Covid e con i mercati azionari altalenanti, sono salite alle stelle. 

Iper-ricercati e destinati a una clientela potenziale molto ristretta, fatta di grandi professionisti e acquirenti nazionali ed esteri. Nell’estate del 2019 venne preso di mira Bryan Cristante, centrocampista dell’As Roma: due uomini a bordo di uno scooterone tentarono, senza riuscirci, di rapinarlo dell’orologio che aveva al polso mentre era in auto in viale Angelico, nel quartiere Prati.

Gli investigatori, questa volta, stanno cercando di restringere il cerchio su bande specializzate o elementi che in passato si siano già cimentati in colpi simili. Una delle ipotesi è che si tratti di batterie di nomadi, di gente dell’Est Europa che è entrata in azione a colpo sicuro, con indicazioni precise. Anche senza la necessità di una talpa “in casa”. Fonseca avrebbe consegnato alla polizia delle foto degli orologi rubati, circostanza che potrebbe essere determinante per rintracciare la refurtiva attraverso il canale dei ricettatori. Sotto choc l’allenatore a cui è stato chiesto se ci fosse qualcuno a conoscenza dell’esistenza di quegli orologi
 

 

Ultimo aggiornamento: 07:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA