Ostia, blitz dei carabinieri a piazza Gasparri: sequestrati nove chili di stupefacenti

Domenica 22 Settembre 2019 di di Mirko Polisano
La droga sequestrata dai carabinieri nella zona di piazza Gasparri
I carabinieri scoprono in piazza Gasparri una vera fabbrica della droga: 9 chili tra hashish e marijuana sequestrati dai militari che continuano nelle operazioni anti-droga in uno dei quartieri più difficili della Capitale. L’attenzione dei carabinieri del Gruppo Ostia è capillare e mirata. Gli uomini del 112, agli ordini del colonnello Pasqualino Toscani, non danno tregua alle organizzazioni criminali sempre più indebolite. Quando l’elicottero solca i cieli di Ostia Nuova è ancora buio. In piazza Gasparri, feudo dei clan Fasciani e Spada, ci sono solo le vedette che notte e giorno presidiano la zona. Nulla possono, per l’ennesima volta, contro il dispiegamento di uomini e mezzi messi in campo dall’Arma.

Mentre l’elicottero del Raggruppamento Aeromobili di Pratica di Mare dà la copertura aerea, i militari del Gruppo Ostia con l’ausilio dei carabinieri dell’8 Reggimento Lazio e con il supporto delle unità cinofile del Nucleo di Santa Maria di Galeria, hanno arrestato 5 persone e denunciate altre 4. È un’anonima abitazione di Ostia Nuova, tra via Forni e via Storelli, a rivelarsi una vera e propria fabbrica della droga. Al momento dell’irruzione nell’appartamento, i carabinieri del Gruppo Ostia hanno scoperto e sequestrato 9 chili di droga tra hashish e marijuana. All’interno tutto il materiale per il confezionamento della droga. Tutto era adibito per la conservazione e lo spaccio. Lo stupefacente era custodito in buste trasparenti ben sigillate e stipate in due stanze della casa, mentre in un altro locale veniva effettuato la produzione e suddivisione delle dosi, per renderlo prontamente utilizzabile alla vendita al dettaglio.
L’attività di contrasto al traffico di droga sul litorale dei carabinieri del Gruppo Ostia è senza sosta e con l’ultimo blitz è stato inflitto un altro duro colpo alla criminalità organizzata. L’operazione ha consentito di localizzare i pusher e di intercettare la loro abitazione utilizzata come centro di smercio della droga. Al vaglio dei militari, ora, il profilo criminale degli arrestati e i loro eventuali rapporti con gli elementi di spicco della mala locale. Tutti appartenenti a uno stesso ramo criminale e non da considerasi semplici «cani sciolti».

Secondo gli investigatori, il quantitativo di droga era destinato non solo a rifornire la piazza di spaccio di Ostia, ma anche quella dell’Idroscalo. I controlli proseguono a tappeto anche nell’entroterra del X Municipio. Monitorati speciali i quartieri e le altre piazze di spaccio, tra cui quella di San Giorgio di Acilia dove i riflettori dei carabinieri del Gruppo Ostia sono sempre accesi. Verifiche e posti di blocco anche sulle principali arterie stradali di Ponente. Accertamenti che hanno consentito ai militari di identificare 133 persone, controllare 87 veicoli e segnalare alla Prefettura di Roma diversi giovani per l’uso personale di sostanze stupefacenti.
  Ultimo aggiornamento: 14:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA