Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Virus a Roma, contagi triplicati: «Allerta per i rientri da Croazia e Spagna»

Lunedì 10 Agosto 2020 di Francesco Pacifico
Virus a Roma, contagi triplicati: «Allerta per i rientri da Croazia e Spagna»

In sole 24 ore triplicati a Roma (31) e raddoppiati nel Lazio (38) il numero dei contagi da Covid. Nell'ultimo bollettino diffuso ieri dalla Regione ci sono numero che sono un campanello d'allarme, perché a preoccupare non sono soltanto i casi d'importazione legati agli stranieri che rientrano in Italia dalle nazioni a rischio: nelle ultime ore diventa più salato il conto pagato per gli effetti della movida e la scelta (dei romani) di fare le vacanze in Paesi esteri dove è alto l'indice di contagio.

Coronavirus, romani positivi dopo viaggio a Malta: «Siamo andati dalle nostre vicine, volevamo solo divertirci»

DALL'ESTERO
Risultato? «Abbiamo - ha spiegato l'assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato - 38 casi e di questi 22 casi sono di importazione: otto dalla Romania e gli altri da India, Croazia, Ucraina, Thailandia, Ibiza e Russia». Ma poi c'è da affrontare i cluster legati a residenti che hanno scelto di andare al mare o in montagna in zone a rischio, come il gruppo di dieci ragazzi volato a Malta: in otto sono tornati contagiati. E mai come in queste ore prende una forma diversa l'appello che l'assessore D'Amato ripete dall'inizio della pandemia: «Massima attenzione e rispetto delle misure di prevenzione, non bisogna abbassare la guardia e utilizzare la mascherina sempre».
Così, nell'ultimo bollettino, di positivo c'è soltanto il fatto che non si registrano decessi tra Roma e il Lazio. Per il resto, guardando alla sola Capitale, ci sono 31 casi soltanto nelle scorse ore. Sei di questi sono stati riscontrati nell'Asl Roma 1, tra le quali due sorelle di 50 e 57 anni ora ricoverate all'Umberto I e altre due persone «con un link con casi di rientro uno dall'Ucraina e uno dalla Russia». In maggiore allarme le autorità sanitarie della Roma 2, con 15 nuovi contagiati, tra i quali sette cittadini rientrati dalla Romania. Vacanzieri sfortunati - perché si sono ammalati all'estero portando rischi di contagio in Italia - soprattutto tra quelli scoperti nelle ultime 24 ore dagli operatori della Roma 3: una donna di ritorno dalla Thailandia, un uomo di 35 anni che era stato a Ibiza eppoi 8 casi di ragazzi tra i 17 e i 19 anni per lo più di Ostia, che avevano appena terminato una vacanza a Malta. Già attivati, in tutte queste diverse situazioni, le indagini epidemiologiche - avvertendo anche le autorità straniere - per ricostruire i loro contatti e i loro movimenti.

Il Covid torna a crescere, preoccupano 834 focolai: dal 28 maggio mai così tanti nuovi positivi

BIMBA DI 7 ANNI
Nelle altre province è allarme a Rieti dove la Asl ha riscontrato che è stata contagiata una bambina di 7 anni che frequentava il centro estivo, già messo nel mirino degli operatori sanitarie e già oggetto di indagine epidemiologica, dopo che nella stessa struttura era risultato positivo un altro bimbo di 8 anni. Apprensione anche Latina, dopo la scoperta di un uomo che si è infettato, dopo il rientro da Milano e che nelle ultime settimane aveva fatto tappe a Zurigo e Napoli. Per concludere, e stando sempre all'ultimo bollettino regionale, a oggi nel Lazio «sono 1.046 gli attuali casi positivi al Covid-19, di questi 849 sono in isolamento domiciliare. Mentre 197 persone sono ricoverate, di cui 8 in terapia intensiva. Infine, 866 persone sono decedute e 6.910 guarite. In totale sono stati esaminati 8.822 casi».
 
 

 

Ultimo aggiornamento: 18:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA