CORONAVIRUS

Covid Roma, al San Camillo si ferma la cardiologia: troppi contagi. Garantite le urgenze, stop ai ricoveri programmati

Domenica 22 Novembre 2020 di Camilla Mozzetti
Covid Roma, al San Camillo si ferma la cardiologia: medici e infermieri infettati

ROMA - Costretti ad aspettare e a rinviare l’operazione per garantire al cuore la giusta velocità attraverso l’impianto di un pacemaker od obbligati a pazientare per poter eseguire una coronarografia ed evitare dunque l’infarto. Esami e interventi bloccati perché all’ospedale San Camillo chiude il reparto di cardiologia. «Abbiamo tra i 16 e i 18 posti letto inattivi - spiega Sandro Petrolati, cardiologo e segretario Anaao Assomed...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 11:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA