Sapienza, stanziati 500mila euro per il sostegno psicologico di studenti e personale

Martedì 15 Giugno 2021
Sapienza, stanziati 500mila euro per il sostegno psicologico di studenti e personale

Ansia, stress, a volte depressione, disagio. La pandemia ha aumentato il malessere psicologico anche tra gli studenti, le conseguenze si ripercuotono nel percorso di studi. L'università "La Sapienza" ha deciso di andare incontro ai ragazzi e ai docenti potenziando i servizi di counselling psicologico per una formazione universitaria di qualità, sempre più equa ed inclusiva.

Su impulso della rettrice Antonella Polimeni, il Senato Accademico ha approvato una importante azione di ristrutturazione e potenziamento dei servizi di Counselling Psicologico dell’Ateneo. Un investimento senza precedenti, oltre 500.000 euro , con l’obiettivo fondamentale di sostenere e promuovere il benessere psicologico e attivare percorsi di superamento del disagio della comunoità accademica.

Si realizza così un progetto già tracciato nel programma della Rettrice e reso ancora più urgente dalla pandemia, che ha aumentato le condizioni di disagio presenti nella popolazione studentesca e nel personale, docente e tecnico-amministrativo e bibliotecario. Come dimostrato da molti studi e ricerche, l’emergere e il riacutizzarsi di disturbi, ansie o difficoltà emotive aumentano il rischio di insuccesso accademico, l’abbandono degli studi e diverse forme di difficoltà nello svolgimento delle attività lavorative, sia in presenza che a distanza. 

La rettrice della Sapienza nomina Simonetta Matone consigliera di fiducia: «Contro molestie e discriminazioni»

I servizi di Counselling si offrono non solo come attività cliniche volte alla presa in carico del disagio psicologico nelle sue diverse manifestazioni, ma anche come strutture che promuovono la crescita del corpo studentesco e del personale attraverso percorsi di valorizzazione delle risorse e delle differenze individuali. I servizi di Counselling si impegneranno anche attraverso interventi di monitoraggio, formazione e prevenzione volti ad affrontare temi come la violenza di genere e la lotta contro ogni discriminazione, a promuovere le politiche di inclusione, a combattere gli stereotipi, favorire la convivenza e implementare interventi di promozione del benessere organizzativo e prevenzione del burn out. La nuova struttura dei servizi prevede anche un forte raccordo degli sportelli di Counselling con lo sportello per disabilità e DSA, con i servizi per il tutorato e l’orientamento e con i servizi psicologici dei Dipartimenti di area Psicologica, oltre al coinvolgimento delle Scuole di Specializzazione post-laurea di area Psicologica. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA