Roma, istituti aperti a Pasqua. Ma ci sono fondi solo per una classe su 10

Mercoledì 12 Febbraio 2020 di Lorenzo De Cicco

Il Campidoglio chiede alle scuole comunali (materne, elementari e medie) di restare aperte anche a Pasqua, con lezioni extra per bimbi e studenti, un aiuto soprattutto per i genitori che non possono prendersi qualche giorno di vacanza in più, oltre alla festività vera e propria. Ecco allora il progetto scodellato dall'amministrazione comunale il 4 febbraio scorso, con la firma del neo-assessore alla Scuola e al Sociale, Veronica Mammì. La novità, rispetto al passato, è proprio la possibilità per gli istituti di rimanere coi cancelli aperti anche nella settimana in cui si celebra Pasqua e Pasquetta, tutto a titolo gratuito per le famiglie. L'operazione però, naturalmente ha un costo. E la coperta di Palazzo Senatorio è corta: su 185 istituti comprensivi presenti nella Capitale quelli che potranno aderire all'iniziativa e restare aperti a Pasqua saranno al massimo una ventina. Questione di budget. «È un progetto giovane - spiegano dall'assessorato - e porta un certo carico di lavoro per gli istituti coinvolti. Speriamo di implementarlo».

Blitz anti-droga tra scuole e parchi dei Parioli: segnalate 19 persone

LE INCOGNITE
Per ora si va avanti così: i presidi, magari su sollecitazione delle famiglie degli studenti, potranno presentare le candidature entro il prossimo 2 marzo. Poi si riunirà una commissione che valuterà i vari progetti formativi (che saranno volontari, per gli alunni) e deciderà a quali scuole assegnare i fondi e a quali no. Sperando che stavolta, al contrario di quanto accade spesso con le procedure comunali, la trafila di selezione viaggi spedita, perché a Pasqua, a quel punto, non mancherebbe molto: la festa è in calendario il 12 aprile. Proprio le date del bando comunale allarmano un po' mamme e papà. «Per molti genitori che lavorano è sicuramente positivo sapere che siano previste attività straordinarie durante le feste di Pasqua, anche se i fondi riguarderanno solo una scuola su 10», commenta Lucia Rossi, presidente dell'Age (Associazione genitori) di Roma. «I tempi - prosegue - rischiano di essere stretti, tocca vedere quando sarà pubblicato l'elenco definitivo delle classi che rimarranno aperte». Il rischio, spiegano dall'Age, è che se la lista sarà resa nota per fine marzo/i primi di aprile, a quel punto «molte famiglie si saranno già organizzate, prenotando una babysitter o magari facendo trasferire un nonno o una nonna a casa, come spesso accade».

LE DATE
Le lezioni alternative per le vacanze pasquali si svolgeranno il 9 e 10 aprile e il 14 aprile. A cavallo del weekend festivo. Il progetto del Campidoglio prevede la possibilità di tenere aperte le scuole anche durante la pausa natalizia: sempre per una ventina di istituti comprensivi, saranno finanziate attività didattiche il 23 e 24 dicembre, poi ancora dal 28 al 31 e infine il 4 e 5 gennaio 2021.
Per l'estate invece sono previste più finestre, per 30 istituti: la prima è dall'8 al 12 giugno; poi dal 15 al 19 e dal 22 al 26 dello stesso mese. Altra finestra, dal 30 giugno al 3 luglio, poi dal 6 al 10, dal 13 al 17, dal 20 al 24, dal 27 al 31. Ad agosto niente attività straordinarie, si riprende dal 31 al 4 settembre e dal 7 all'11. Poi riprenderanno le lezioni vere e proprie.

Ultimo aggiornamento: 08:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA