Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Tivoli, arrestato il «giardiniere illegale»: coltivava cannabis in terreno abbandonato

Mercoledì 25 Settembre 2019
Arrestato il «giardiniere illegale»: coltivava cannabis in terreno abbandonato
Coltivava «ganja» come fosse un normale giardiniere. I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Tivoli hanno arrestato un 30enne, originario della provincia di Palermo, con le accuse di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti. L'uomo è stato sorpreso ieri mattina dai Carabinieri mentre defogliava in tutta tranquillità alcune piante di cannabis, coltivate in un terreno abbandonato, adiacente a via di Salone.

Nel terreno, trasformato in piantagione, i Carabinieri hanno trovato complessivamente 9 piante di altezza compresa tra 1,60 m e 1,90 m, per un peso pari a 2,3 kg. La successiva perquisizione nell’abitazione dell’arrestato, poco distante, ha permesso di rinvenire 50 g di marijuana e materiale per la lavorazione e la confezione in dosi. Le piante, lo stupefacente ed il restante materiale sono stati sequestrati, mentre il 30enne è stato portato in caserma e trattenuto in attesa del rito direttissimo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA