Roma, trovato con la testa nel secchio: giallo sulla morte di un 66enne al Tiburtino

Domenica 1 Novembre 2020 di Marco De Risi
Roma, trovato con la testa nel secchio: giallo sulla morte di un 66enne al Tiburtino

Un giallo tutto da dipanare. Il ritrovamento di un corpo che per alcune circostanze diventa un vero rebus. Il cadavere è stato trovato nella sua abitazione al Tiburtino in via Giovanni Michelotti, una traversa di via Pietralata. Il corpo aveva la testa incastrata in un secchio. Questo particolare potrebbe rendere il tipo di morte non naturale e si potrebbe anche trattare di un omicidio. Un giallo quello dell'uomo con la testa dentro un secchio che stanno cercando di risolvere i poliziotti del commissariato di Sant'Ippolito. Il cadavere è quello di un uomo di 66 anni in pensione, con una vita che sembrerebbe modesta, ordinaria come tante.

Roma, uomo trovato morto in auto: aveva sacchetto in testa, era scomparso da 10 giorni. E' giallo

Fiumicino, trovato cadavere di un uomo in spiaggia: potrebbe essere annegato

Venerdì verso le 11.30, un vicino allarmato per non averlo visto, ha chiamato il 118. Sul posto è intervenuto il personale di un'ambulanza ma quando hanno visto che la testa del corpo era incastrata in un secchio il personale medico ha chiamato la polizia. E' scattato un minuzioso sopralluogo nel piccolo appartamento da parte della polizia scientifica. Gli agenti hanno lavorato sul corpo per vedere se c'erano particolari che potessero essere utili all'indagine. Sul posto è arrivato il medico legale che ha esaminato esternamente il corpo ed ha trovato alcune anomalie all'altezza delle gambe. Vi sarebbero alcune ferite che non sarebbero naturali. Anche per questo sul cadavere sarà svolta l'autopsia. Proprio l'esame autoptico chiarirà le cause del decesso dell'uomo con la testa nel secchio. L'orario della morte sarebbe recente almeno dai primi rilievi del medico legale. Per questo la polizia tenta di ricostruire le ultime ore di vita dell'uomo. Per capire se si è trattato di morte naturale, suicidio o invece ci si trova davanti ad un omicidio.

Roma, cadavere di un uomo riaffiora dal Tevere: indaga la polizia

Giallo a Tor Sapienza, tra i cespugli spunta un cadavere: indagini della polizia

La polizia scientifica ha scattato una serie di fotografie che saranno allegate all'informativa del ritrovamento del cadavere. In pratica l'uomo era sul letto supino, la testa infilata in un secchio. Sarà importante l'esame delle unghie. Se ha lottato con un suo potenziale assassino potrebbero essere rimasti dei lembi di pelle. Un esame quest'ultimo, di estrema importanza. «Lo conoscevamo da tanto tempo - dicono alcuni condomini -. Era molto discreto, da qualche tempo era andato in pensione». Il sopralluogo sul cadavere è durato fino a sera. Verso le 18 è arrivata la Mortuaria che ha portato all'obitorio di medicina legale il corpo. La casa è stata sigillata e sottoposta all'Autorità Giudiziaria.

 


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA