Tumori, frenano i controlli: diminuiti del 35%. Il Tiberia Hospital apre uno sportello dedicato alla prevenzione

Martedì 13 Luglio 2021
Tumori, frenano i controlli: diminuiti del 35%. Il Tiberia Hospital apre uno sportello dedicato alla prevenzione

«Si stima che dall’inizio della pandemia i controlli in ambito oncologico siano diminuiti del 35%: un dato che condizionerà inevitabilmente l’incidenza dei tumori», commenta la dott.ssa Valeria Giannotta, AD Tiberia Hospital, Ospedale Polispecialistico accreditato con il Servizio Sanitario Nazionale, che ha inaugurato a dicembre 2020 il Breast Center, un centro multispecialistico per affiancare le pazienti in un percorso di prevenzione, cura e trattamento della neoplasia mammaria.

Dubai, bloccati 500 giovani per alcuni positivi: la vacanza premio diventa un incubo

Per potenziare il supporto alla popolazione femminile, Tiberia Hospital sostiene la LILT, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. La collaborazione prevede la presenza, per tutto il 2021, di uno sportello LILT all’interno dell’ospedale romano di GVM Care & Research, dedicato alle pazienti con patologia oncologica mammaria già diagnosticata o che presentano fattori di rischio e necessitano di approfondimenti e visite specialistiche.

Tumore al seno, via alla Carovana della Prevenzione promossa da Komen Italia e ASPI

«Abbiamo deciso di abbracciare il progetto della LILT per ampliare le prestazioni e i servizi dedicati alle pazienti oncologiche in ambito senologico e allargare la continuità assistenziale del percorso di cura anche per le pazienti LILT - prosegue la dott.ssa Giannotta -. La collaborazione con la LILT è la dimostrazione della validità dell’approccio del nostro Breast Center, che mira a diagnosi precoci e ad un percorso di cura che ponga al centro la paziente. Da gennaio ad oggi, grazie ad attività di prevenzione ed esami spontanei, siamo stati in grado di diagnosticare 79 primi casi. È risaputo che una diagnosi tempestiva consente approcci chirurgici più conservativi e quindi meno aggressivi per la donna, con un minor impatto sia a livello fisico che psicologico».

Neoplasie, nuove cure: le metastasi colpite con una sola seduta di radioterapia

Secondo l’accordo con la LILT, Tiberia Hospital mette a disposizione delle pazienti un servizio di Diagnostica per Immagini in grado di effettuare esami quali la Rx-mammografia, l’ETG-mammaria, la Risonanza Magnetica e la TC (con e senza mezzo di contrasto).

Inoltre la struttura dà la possibilità di effettuare visite specialistiche multidisciplinari presso i suoi ambulatori o presso la sede LILT Roma, dove gli stessi medici di GVM svolgeranno visite specialistiche ed esami richiesti dalle pazienti LILT.

I medici effettueranno inoltre l’attività di consulenza presso la sede LILT Roma nell’ambito delle campagne di prevenzione promosse dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA