L'enigma dell'obelisco
e della Chiesa del Gesù

di Andrea Ruberto con Marco Perillo

6
  • 192
Non c'è 8 dicembre a Napoli senza la guglia dell'Immacolata. La suggestiva struttura, eretta nel 1700 in Piazza del Gesù, ricorda molto da vicino le macchine da festa barocche. Un tripudio di marmi e statue che cela però un oscuro segreto. Se guardiamo la struttura frontalmente ci apparirà infatti la Madonna, la Vergine Maria intenta a combattere il demonio. Se ci spostiamo però sul lato posteriore dell'obelisco, guardando dalla giusta prospettiva, potremo scorgere la sagoma della morte, pronta a calare la sua scure. Un memento mori che vollero lasciare i padri gesuiti e che ancora oggi affascina i curiosi passanti. Nella stessa piazza si nasconde un altro mistero, legato alla facciata della Chiesa del Gesù. Sul bugnato piramidale, appartenente a quello che un tempo fu Palazzo Sanseverino, sono infatti scolpiti diversi simboli intraducibili. Dopo tante teorie formulate a riguardo di recente pare che l'enigma sia finalmente stato svelato. Tali simboli comporrebbero un pentagramma musicale, di cui potete ascoltare la melodia.
 

Ogni domenica sul Mattino.it, sulla nostra pagina Facebook e sul nostro canale Youtube sarà online questa videorubrica sugli aspetti più particolari della città partenopea.
Domenica 9 Dicembre 2018, 09:00 - Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio, 23:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2018-12-12 02:21:12
Segreti
2018-12-09 21:10:17
Amus condivido il tuo post. Ma sarebbe tropo bello ed impossibile che tutti i pastori fossero buoni.
2018-12-09 19:28:34
Segreti
2018-12-09 16:58:32
Ò presepe è bell song parecchio pastur cà nun so buon.
2018-12-09 10:41:26
Segreti

QUICKMAP