Abbattimento alberi monumentali
Scoppia la polemica a Battipaglia

Domenica 18 Giugno 2017 di Marco Di Bello
A Battipaglia si abbattono gli alberi monumentali. Da oltre una settimana, infatti, prosegue la polemica intorno al pino marittino situato in via Adige, che presto potrebbe essere solo un ricordo lontano. Questa mattina, nonostante gli sforzi di ambientalisti e appassionati, i boscaioli sono tornati alla carica per abbattere ciò che rimane del monumentale albero. A fermareli per qualche ora, solo il blocco di una gru prontamente sostituita.

Esattamente sette giorni fa, per presunti motivi di sicurezza, la città si era mobilitata al rumore dei motosega che, senza troppi complimenti, stavano facendo incetta dei rami dell'albero. Non uno qualsiasi, ma un pino marittimo, alto quasi dieci metri. Sul posto, quindi, si erano riversate decine di persone, nel tentativo di salvare ciò che ne rimaneva. Un'opera, che, almeno in parte, era riuscita. Dopo alcune ore di lavoro, che già avevano pesantemente intaccato la chioma dell'albero, gli operai avevano smesso di tagliare. Per circa sette giorni, l'albero è rimasto così. Una situazione che aveva fatto preoccupare anche gli stessi ambientalisti. Così sbilanciato, l'albero costituiva davvero un problema per la sicurezza.

Nel frattempo, però, il Comune aveva dato rassicurazioni sullo stop all'abbattimento e alla messa in sicurezza dell'albero. Un'ordinanza che, come spiega Legambiente Battipaglia-Bellizzi, non è però mai stata firmata: «Dopo averci rassicurato sulla sospensione dell'abbattimento, e la conseguente riequilibratura - scrivono gli ambientalisti - dal Comune ci dicono che questa ordinanza non è mai stata firmata e che domani procederanno come se niente fosse». Già da questa mattina, quindi, la ditta incaricata dell'abbattimento ha avviato la procedura, nonostante le polemiche. A fermare l'abbattimento, per qualche ora, solo un guasto all'impianto di sollevamento della gru impiegata per raggiungere i rami più alti. Poco dopo, però, è stata inviata sul luogo un altro mezzo, che nel pomeriggio ha definitivamente abbattuto il pino. Adesso, c'è già chi chiede la verifica dell'iter e chi promette denunce. © RIPRODUZIONE RISERVATA