Abusi su una 13enne, la procura chiede condanne bis per la madre e l'amico

di Nicola Sorrentino

CASTEL SAN GIORGIO. Abusi su di una 13enne: chieste anche in Appello condanne per la madre della vittima e per un uomo, che avrebbe abusato più volte di lei. I fatti si registrarono a Castel San Giorgio: un uomo di 62 anni è accusato di aver avuto rapporti sessuali con una ragazzina di età minore. Ieri, nel corso della requisitoria, l'accusa ha chiesto per l'uomo una rideterminazione della condanna a 6 anni, rispetto ai 9 anni e 4 mesi decisi dal gup, in primo grado, con rito abbreviato. L'imputato è accusato anche di sfruttamento della prostituzione: le indagini hanno appurato che sarebbe stato lui ad aver procurato alla ragazzina altre persone, con le quali consumare rapporti sessuali. 

Questo in cambio di soldi, sigarette o altre regalie. In alcune occasioni ci sarebbe stata anche la madre. Secondo la procura di Salerno, la 40enne avrebbe portato con sè la figlia, per affidarla ad altri uomini, che in più occasioni ne avrebbero abusato. Per la donna la condanna fu di 7 anni di carcere in primo grado. La procura generale ne ha chiesto la conferma, con il tribunale che ha inoltre rigettato la richiesta della difesa di sottoporre la donna ad una perizia psichiatrica. Il processo riprenderà il 30 ottobre prossimo, con le discussioni dei legali difensori. Seguono invece il rito ordinario altri soggetti coinvolti nella vicenda: un romeno e un uomo di 32 anni del posto. Anche per loro c'è l'accusa di violenza sessuale. 
Sabato 13 Ottobre 2018, 12:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP