Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Agropoli, rappresentazione storica
della visita di Alfonso D’Aragona

Giovedì 4 Agosto 2022
Agropoli, rappresentazione storica della visita di Alfonso D’Aragona

E’ in programma il prossimo 9 agosto, nella città di Agropoli, la rappresentazione storica denominata «Alfonso D'Aragona Duca di Calabria in visita ad Agropoli». Una manifestazione storica itinerante organizzata dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Roberto Mutalipassi, su impulso dell’assessore al Turismo, Commercio ed Eventi, Roberto Apicella. Dalle ore 20.30, partirà un corteo storico dal Castello Angioino Aragonese con un percorso che toccherà gli Scaloni «Ennio Balbo», via Filippo Patella, via Mazzini, piazza delle Mercanzie, Corso Garibaldi, piazza Vittorio Veneto. Alle ore 22.00 ci sarà lo start alla rappresentazione storica che vedrà quale location il Castello.

La partecipazione al corteo storico rinascimentale è aperta a tutti coloro che fossero interessati (si può contattare il numero 320.2153882). La partecipazione e il noleggio degli abiti sono gratuiti per adulti e bambini. Durante la serata ci saranno stand enogastronomici posizionati lungo il percorso. «Alfonso d'Aragona, Duca di Calabria – affermano il sindaco Roberto Mutalipassi e l’assessore Roberto Apicella - nel suo viaggio nel Cilento, dopo la sosta ad Eboli, si fermò, tra il 5 e il 6 ottobre 1487, presso il Castello di Agropoli, per controllare l'andamento dei lavori di ristrutturazione e di adeguamento della fortezza agropolese. Martedì 9 agosto, puntiamo a rimettere in scena quei momenti nella sua sede naturale, che vide il futuro re di Napoli nella nostra città oltre cinque secoli fa, coinvolgendo anche il centro cittadino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA