Allacci abusivi alla rete comunale,
due dipendenti nei guai

Martedì 30 Luglio 2019 di Nicola Sorrentino
Fari allacciati alla rete elettrica comunale per illuminare il terreno di un privato, due dipendenti del comune di Nocera Superiore rischiano il processo. A chiederlo è la procura, con l’accusa di abuso d’ufficio in concorso per quanto sarebbe accaduto il 22 agosto del 2016. I due, responsabile dell’area manutenzione all’epoca dei fatti ed un geometra, avrebbero ordinato a personale dell’Ente di installare due fari, allacciati alla rete elettrica del comune, per illuminare un terreno. E in questo modo, procurando un «ingiusto vantaggio» al comodatario e proprietario dell’area, che avrebbero fruito di energia elettrica gratuita, a danno del Comune, ora parte lesa. Anche questi ultimi due rischiano il processo, accusati di furto aggravato, in quanto avrebbero usufruito di energia elettrica «per una quantità non meglio precisabile». E poi, anche di violazione in materia edilizia, perché su quel terreno la procura ritiene fossero presenti, da indagini dei carabinieri, opere edilizie sprovviste del titolo abilitativo. Nello specifico, si trattava di tre campi di bocce, un fabbricato utilizzato come posto di ristoro, un cassone da camion utilizzato come deposito e una baracca in legno con copertura inclinata in lamiera, utilizzata per i servizi igienici. Ultimo aggiornamento: 07:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA