Anziana morta? Pensione sospesa
La signora però è viva e arrabbiata

di Daniela Faiella

0
  • 87
Lei è viva e vegeta, gode di ottima salute nonostante i suoi settanta anni passati, ma per l'Inps è morta dal 2012. L'anziana signora, che chiameremo Maria, angrese doc, classe 1948, è all'oscuro di tutto e scopre l'arcano mistero solo quando, un bel giorno, si trova il conto postale in rosso. Colpa dell'istituto di previdenza che da un pezzo le aveva revocato la pensione, senza trasmettere alcun preavviso né a lei (ovviamente, perché ritenuta morta) né ai suoi familiari. Ha del grottesco la storia che vede, suo malgrado, protagonista la pensionata di Angri. Maria, solare, energica, con la passione per il fitness, riscuoteva regolarmente la sua pensione ogni mese, poco meno di mille euro, che le venivano accreditati su un libretto postale.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 11 Agosto 2019, 11:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP