Arredi da 70mila euro per la pasticceria
ne pagano la metà: coniugi denunciati

Arredi da 70mila euro per la pasticceria ne pagano la metà: coniugi denunciati
di Nicola Sorrentino
Domenica 6 Marzo 2022, 14:52
2 Minuti di Lettura

 Sono due le persone sotto accusa per truffa commessa nei confronti di un grossista di materiale d'arredo per locali pubblici. Ad Angri, una coppia di coniugi, entrambi commercianti, avevano ordinato attrezzature e arredamenti per pasticceria per un valore complessivo di 70mila euro, vendute da una società di impianti frigo industriali. I due pagarono solo una parte dell'importo pattuito inizialmente.

Nel dettaglio, i due - secondo le accuse della Procura di Nocera Inferiore - avrebbero indotto in errore il titolare dell'azienda all'ingrosso, legale rappresentante della società fornitrice delle attrezzature, che non riceveva il saldo del denaro dopo aver provveduto alla consegna, con vendita e installazione degli impianti, senza ricevere la parte restante della cifra pattuita. Restando così in credito, senza possibilità di essere pagato alla fine della consegna del materiale. I fatti si rifanno al 15 gennaio 2020, quando la vittima presentò denuncia. I due commercianti sono stati raggiunti da un decreto di citazione diretta a giudizio. Per uno dei due c'è stato lo stralcio in ragione del rito alternativo. Al centro di entrambi i procedimenti, tuttavia, resta l'ammanco realizzato nei confronti del rivenditore di materiali per pasticcerie, dopo che il grossista aveva denunciato il mancato pagamento della cifra riguardante la cessione di materiali e l'installazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA