Arresto in codice rosso
torna a casa ubriaco
e picchia moglie e figli

Martedì 3 Dicembre 2019 di Petronilla Carillo
Arresto in codice rosso per un uomo di 55 anni accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni. Ad aggravare la sua posizione, il fatto che i poliziotti lo hanno trovato in evidente stato di alterazione psicofisica da alcol anche se, in passato oltre che bere avrebbe fatto anche uso di droga. 
A chiedere l’intervento degli agenti della sezione Volanti della questura èstata una telefonata anonima ai centralini dell’Ufficio prevenzione generale con la quale si segnalava una lite in famiglia. Giunti tempestivamente sul posto, i poliziotti dei vicequestori Sessa ed Alagia, hanno trovato la donna e i suoi due ragazzini in strada, a Giovi. Erano fuggiti in strada per evitare le violenze. Il marito, invece, era al terzo piano. Il tempo di prestare i primi soccorsi alla donna e ai suoi figli, che i poliziotti si sono ritrovati faccia a faccia con il marito violento il quale, senza alcun scrupolo per la presenza degli agenti, ha continuato ad inveire, contro il figlio di 16 anni il quale, per difendere la madre, lo aveva aggredito. Sono volati insulti e minacce fino a quando i poliziotti non sono riusciti a calmarlo e a portarlo in caserma dove è stato poi arrestato. 
È qui che gli investigatori sono anche riusciti a ricostruire l’intera vicenda. L’uomo era rincasato in stato di ebbrezza ed aveva cominciato ad inveire contro moglie e figli minori per futili motivi, colpendo con violenza nel corso della lite il figlio sedicenne intervenuto in difesa della madre. Arrestato in codice rosso, è stata poi trasferito presso il carcere di Fuorni a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa del giudizio di convalida. In sede di denuncia la donna ha anche riferito dei continui maltrattamenti subiti dall’uomo, con un passato di tossicodipendenza e dedito all’uso di alcolici.
© RIPRODUZIONE RISERVATA