Asfalto in cattive condizioni, le case tremano al passaggio dei tir: è rivolta

Venerdì 22 Maggio 2020 di Nicola Sorrentino
Asfalto in pessime condizioni e le case tremano al passaggio dei mezzi pesanti. Accade, già da tempo, a Nocera  Superiore, lungo via Nazionale, con la protesta dei residenti che ora è arrivata anche al sindaco Giovanni Maria Cuofano. Del tutto esasperati sono molti cittadini che vivono lungo la Statale 18, a ridosso di San Clemente. Una storia vecchia, che risale almeno al 2016, con i primi solleciti inviati alla Provincia di Salerno su chi fosse competente per gestire la sicurezza di quella strada, tra Comune e Provincia. Poi arrivarono le carte in tribunale, con il ricorso di una residente e nella cui pronuncia il giudice della sezione civile spiegò gli effetti di quei passaggi rapportato alle condizioni del manto stradale: «Risulta anche provocato che il danneggiamento e la cattiva manutenzione della strada comunale provoca danni da vibrazione al fabbricato della ricorrente e che la manutenzione di quel tratto stradale risulta essere di competenza dell'ente comunale». Insomma, doveva essere il comune a risolvere quella situazione, a ripristinare il manto stradale, con un'operazione di rifacimento e la posa in opera in quota dei tombini fognari nel tratto di via Nazionale, dal civico 351 al 371. Ad oggi però, la situazione resta la medesima di sempre. La strada è da sempre molto trafficata, data la sua funzione da collegamento con la città di Nocera Inferiore ma anche di Cava de' Tirreni. Non solo da automobili, ma anche da camion e mezzi pesanti, che fanno tremare alcune delle abitazioni, rischiando di mettere poi in serio pericolo la stessa tenuta dei fabbricati. Alcuni di questi usurati in termini di costruzione. Giorni fa sono giunte nuove segnalazioni di persone che hanno segnalato nuovamente il problema delle vibrazioni, per via di quel passaggio di camion che si dirigono presso le varie industrie e aziende del territorio, proprio attraverso quella strada.  © RIPRODUZIONE RISERVATA