Assolto dall'accusa di spaccio
«La droga era per uso personale»

Giovedì 3 Dicembre 2020 di Viviana De Vita

La droga che gli fu trovata era per uso personale. E non serviva per essere spacciata ad altre persone. A decidere l'assoluzione del 32enne battipagliese è stato il giudice monocratico Viviana Centola del Tribunale di Salerno che ha accolto la tesi difensiva dell'avvocato Mariagrazia Rosamilia. L'uomo era stato trovato, nel corso di controlli antidroga in via Marchiafava a Salerno nei pressi del Villaggio dei Puffi, in possesso di 6 pallini di cocaina. V.M. era uscito dal portone di uno stabile, al cui interno veniva svolta un'attività di spaccio, e notando gli agenti aveva iniziato a correre per sottrarsi al controllo. Raggiunto dai poliziotti della Mobile, in una tasca del pantalone furono rinvenuti i sei pallini di droga per un peso di circa 2 grammi. Una quantità minima che per il giudice Centola, che ha assolto l'imputato, è da ritenersi per uso personale e non per spaccio come prospettato dal pm che, al termine della requisitoria, aveva chiesto la condanna ad un anno e il pagamento di 3mila euro di multa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA