Baia del Buondormire: secondo blitz
in pochi giorni il bar è ancora aperto

Venerdì 14 Agosto 2020 di Carmela Santi
Attività commerciale ancora aperta nonostante i divieti e arenile affollato. Al Buondormire scattano le denunce. Ieri mattina sulla spiaggia di Palinuro sono arrivati i carabinieri guidati dal maresciallo Giuseppe Sansone. È il secondo blitz nel giro di pochi giorni. Il primo la scorsa settimana quando i militari insieme agli agenti di polizia municipale e ai tecnici comunali hanno notificato, agli attuali gestori della spiaggia, l’ordinanza di interdizione della baia emessa dal sindaco Carmelo Stanziola, per questioni di sicurezza, con la chiusura immediata dell’attività commerciale, poiché aperta senza alcuna autorizzazione e la demolizione delle opere realizzate, pedane e steccati poiché abusivi. Al primo sopralluogo era presente Alessandro Manzo, gestore dell’attività di bar ristoro, concessa e autorizzata con contratto di fitto stipulato con la Pastore Costruzioni, società proprietaria dell’Hotel Kings, struttura turistica che sovrasta la Baia.

A distanza di qualche giorno nulla è cambiato. Nonostante le ordinanze di interdizione e di chiusura a qualsiasi attività commerciale, fino a due giorni fa sulla spiaggia si é continuato ad operare tenendo aperta l’attività commerciale e sbeffeggiando anche le autorità e le istituzioni. In diverse foto e video postati sui social venivano riportate frasi offensive sui «Cilentani», deridendo chi in questi giorni, aveva denunciato, una situazione poco rispettosa delle ordinanze. Ieri mattina i carabinieri sono tornati al Buondormire ed è scattata la denuncia per occupazione abusiva di suolo demaniale. Una estate da dimenticare per la spiaggia più bella d’Italia, passata da luogo d’incanto a materiale di indagini da parte della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania. Ultimo aggiornamento: 07:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA