Banana Yoshimoto, tour a Salerno:
«Che meraviglia il vostro Duomo»

di ​Barbara Landi

0
  • 47
«Affascinante, meravigliosa»: così la scrittrice Banana Yoshimoto descrive Salerno, mentre ammira con stupore le architetture della cripta del Duomo. Un pomeriggio alla scoperta degli angoli più nascosti del centro storico per una delle massime esponenti della letteratura internazionale, autrice di bestsellers tradotti in tutto il mondo. Ad accoglierla, in un incontro privato in cui ha fatto irruzione pacifica un folto gruppo di fan, il sindaco Vincenzo Napoli: «È un onore per la città ospitare un’artista come Banana Yoshimoto. Uno scambio di sentimenti perché la signora Yoshimoto ha grande empatia e capacità comunicativa. I tanti lettori intervenuti hanno potuto apprezzare la sua cortesia intelligente. Tra qualche giorno celebreremo Salerno Letteratura, mentre è in corso il salone del libro di Torino: segnali di un tentativo dell’Italia di internazionalizzarsi e di avere riferimenti importanti per uno scambio culturale di saperi e di idee». In dono per l’autrice anche un raffinato volume con le immagini della stazione marittima, ultima opera dell’archistar Zaha Hadid. Beati voi – replica lei - In Giappone avrebbe dovuto realizzare un’opera che non si è concretizzata purtroppo».
 

L’ammirazione per Umberto Eco e per Nanni Moretti, e tra i film preferiti «Suspiria» di Dario Argento, è un legame forte con l’Italia quello di Banana, felice della sua prima volta in Costiera amalfitana. Della cultura a sud Italia l’affascina la cucina e il fondersi delle culture.
Giovedì 16 Maggio 2019, 06:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP