Beccato a spacciare durante il lockdown
58enne ora rischia il processo

Lunedì 18 Ottobre 2021 di Nicola Sorrentino
Beccato a spacciare durante il lockdown 58enne ora rischia il processo

Rischia il processo un paganese di 58 anni, sottoposto ad inchiesta per spaccio di sostanze stupefacenti. L'uomo finì agli arresti domiciliari nel marzo 2020, in pieno lockdown, quando i militari lo intercettarono nei pressi dell'area esterna del Mercato ortofrutticolo Nocera-Pagani, ritenuta uno dei punti di riferimento per lo smercio di droga anche in tempi di emergenza, con l'attività in pieno itinere gestita su strada. I carabinieri incrociarono l'indagato, già noto alle forze dell'ordine, sorpreso in possesso di un discreto quantitativo di dosi di crack, con il passaggio effettuato a favore di un acquirente per dieci pallini pronti alla rivendita.

L'uomo fu arrestato in flagranza di reato, con i carabinieri che avevano interrotto il passaggio della droga all'acquirente, eseguendo infine il provvedimento restrittivo. L'attività fu coordinata dalla Procura di Nocera Inferiore. La zona era monitorata in quanto ritenuta crocevia e riferimento di azioni illecite. In quel periodo, inoltre, con il coprifuoco il controllo delle forze dell'ordine si fece più intenso. L'indagato comparirà ora dinanzi al gup, a seguito di una richiesta di rinvio a giudizio della Procura di Nocera Inferiore. E' difeso dall'avvocato Giovanni Pentangelo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA