Sempre in sella, Antonio muore
a 66 anni investito sulla statale 18

di Paola Desiderio

CAPACCIO PAESTUM - Un ciclista di 66 anni, Antonio Laganà, è morto ieri mattina dopo essere rimasto coinvolto in un incidente stradale avvenuto sulla Strada Statale 18 Tirrenia Inferiore. Il ciclista, di Battipaglia, città da cui era partito ieri, di buon mattino, intorno alle 8.30 si trovava all'altezza dell'incrocio di Spinazzo, a poche centinaia di metri dal confine con Agropoli, quando è stato investito da una Citroen Picasso. L'uomo alla guida della vettura si è immediatamente fermato per soccorrere il ciclista e ha allertato i soccorsi.

In pochi minuti sul posto sono arrivate le ambulanze rianimative della Croce Azzurra di Agropoli e Licinella: l'equipe del 118 ha fatto tutto il possibile per rianimarlo, ma le ferite riportate erano troppo gravi e dopo pochi minuti è spirato. Intanto sul posto sono arrivati anche gli agenti della Polstrada di Vallo della Lucania, guidati dall'ispettore superiore Gianfranco Franco, che hanno rilevato l'incidente, e i carabinieri della compagnia di Agropoli in supporto. La strada era molto trafficata in un giorno in cui tante automobili erano in viaggio verso le località costiere del Cilento e in pochi minuti si sono formate lunghe code in entrambe le direzioni di marcia. Non è chiara la dinamica del sinistro, su cui dovranno fare luce le indagini degli agenti della polizia stradale. Il magistrato di turno ha disposto l'esame esterno sul corpo del sessantaseienne, effettuato dal medico legale sul luogo dell'incidente, poi ne ha autorizzato la restituzione ai familiari.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 4 Giugno 2018, 09:46 - Ultimo aggiornamento: 04-06-2018 12:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP