Castello normanno di Altavilla Silentina,
M5S porta il caso in Parlamento

Martedì 6 Aprile 2021
Castello normanno di Altavilla Silentina, M5S porta il caso in Parlamento

«Il Governo intervenga affinché i proprietari del Castello di Altavilla Silentina si adoperino al più presto per reintegrare tutte le opere eseguite in difformità alla legge». Questa la richiesta contenuta nell'interrogazione presentata al ministro della Cultura, Dario Franceschini, dalla deputata del Movimento 5 Stelle Anna Bilotti, che stamattina, insieme con il presidente della Commissione regionale Aree interne, Michele Cammarano, ha incontrato anche il sindaco di Altavilla, Antonio Marra, raccogliendo tutte le sue preoccupazioni circa il destino dell'antico maniero.

«È una vicenda che si trascina da vent'anni. Sono ormai numerosissimi gli appelli e le sollecitazioni, promossi in primo luogo dal Comitato civico per il recupero e la valorizzazione del Castello, anche con una recentissima segnalazione per l'inserimento della fortezza nella Lista Rossa di Italia Nostra dei beni culturali minori a rischio – spiega Bilotti – È l'ennesimo cattivo esempio di noncuranza e trascuratezza del nostro patrimonio, quello dell'antico maniero che domina l'intera valle del Sele e che assume in sé l'identità estetica, storica e culturale del comune salernitano.Ritengo non ci siano più alibi per procrastinare una piena applicazione dell'art. 32 del Codice dei beni culturali, che conferisce al Ministero il diritto/dovere di intervenire allorquando la conservazione di un bene sottoposto a tutela non sia assicurata dal proprietario».

Ultimo aggiornamento: 19:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA