Bimba di legno, il caso Arianna in tv:
il Cardarelli si impegna alla conciliazione

Mercoledì 28 Ottobre 2020 di Petronilla Carillo

La storia di Arianna Manzo, la ragazzina di legno di Cava sde' Tirreni, è ieri stata raccontata anche a Rai Uno durante la trasmissione Storie italiane nel corso della quale, dopo l'ennesimo appello del legale della famiglia Maanzo, l'avvocato Mario Cicchetti, il legale del Cardarelli, l'avvocato Lavadio, duramente attaccata dagli ospiti in studio, in particolare da Alba Parietti, si è dichiarata disponibile a risedersi al tavolo tecnico, aperto in Regione, per trovare una conciliazione dopo la richiesta dell'azienda ospedaliera, accolta dai giudici della corte d'Appello di Salerno, di sospendere la sentenza di primo grado che prevedeva il pagamento di un risarcimento di tre milioni di euro per i danno subito a seguito di una cura sbagliata quando la piccina aveva solo tre mesi. Cura per una polmonite troppo forte per una neonata e che le avrebbero causato una tetraplagia. la famiglia non è più in grado di sopperire alle spese mediche necessarie alla piccola Arianna. 

Ultimo aggiornamento: 20:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA