Bmta, a Paestum ritorna l'Artecard 365 lite
per visitare 34 luoghi culturali in Campania

Bmta, a Paestum ritorna l'Artecard 365 lite per visitare 34 luoghi culturali in Campania
Lunedì 24 Ottobre 2022, 17:50
3 Minuti di Lettura

Saranno felici gli appassionati del patrimonio culturale della Campania.

In occasione dell’edizione 2022 della Borsa mediterranea del turismo archeologico di Paestum torna il pass 365 lite, l’offerta speciale a edizione limitata promossa da campania>artecard che consente di visitare trentaquattro siti culturali campani in un anno.

Dal 27 al 30 ottobre sarà possibile acquistare l’offerta speciale sia sul sito sia al desk Artecard che sarà allestito nel padiglione della regione Campania all’interno della location che ospiterà la fiera, il complesso immobiliare dell’ex Tabacchificio Cafasso di Paestum.

Il pass 365 lite offre la possibilità di accedere ad alcuni tra luoghi della cultura più affascinanti del nostro territorio. Una passeggiata all’interno delle sfarzose stanze della Reggia di Caserta, le mostre e gli eventi del Mann, il Caravaggio del museo di Capodimonte, i mosaici del parco archeologico di Pompei, i templi di Paestum, le stradine degli scavi di Ercolano, il Palazzo reale e gli altri siti culturali che vanno ad arricchire l’offerta culturale regionale. A partire dal primo utilizzo, il pass 365 lite offre la possibilità di visitare una volta in un anno ciascuno dei trentaquattro luoghi della cultura inseriti nell’offerta.

Come di consueto, l’Artecard 365 lite sarà disponibile a un costo di 20 euro per la versione dedicata agli over 25 e di 10 euro per le persone di un’età compresa tra i 18 e i 25 anni ancora non compiuti.

campania>artecard è il pass promosso dalla regione Campania tramite Società campana beni culturali che da oltre quindici anni offre la possibilità di fruire il patrimonio culturale locale e di viaggiare a bordo del trasporto pubblico grazie alla partnership con il consorzio UnicoCampania.

Official Sponsor del circuito campania>artecard fino al 2023 è UniCredit: l’iniziativa della banca rientra nell’ambito del piano UniCredit per l’Italia, il programma di interventi a sostegno delle comunità e delle imprese locali della banca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA