Botte al suo ex datore di lavoro
per uno stipendio non pagato

Giovedì 5 Agosto 2021 di Rossella Liguori
Botte al suo ex datore di lavoro per uno stipendio non pagato

«Devi darmi i soldi che mi spettano», calci e pugni all’ex datore di lavoro. Operaio denunciato. L’aggressione è avvenuta nella mattinata di ieri, nell’area industriale di via Ingegno a sarno. L’uomo, un ex dipendente di un’azienda agricola e conserviera insediata nella zona Pip, si è presentato in sede, chiedendo di vedere il titolare, suo ex datore di lavoro. Quando l’imprenditore si è presentato, pare sia stato subito aggredito verbalmente. Il 40enne, residente a San Marzano sul Sarno, avrebbe svolto nei mesi scorsi dei lavori all’interno dell’opificio, e, da quanto dichiarato, non avrebbe ricevuto il compenso pattuito. Uno scontro verbale che in pochi secondi si è trasformato in una vera e propria aggressione. Spintoni e calci hanno fatto cadere l’imprenditore a terra. Una violenza bloccata da alcuni presenti accorsi una volta resisi conto di quanto stesse succedendo. Immediata la richiesta di intervento delle forze dell’ordine e di un’ambulanza del 118. L’imprenditore, sanguinante, è stato medicato.

Nell’area industriale sono arrivati i carabinieri della locale stazione, agli ordini del comandante Toni Vitale che hanno raccolto le testimonianze dei presenti. L’imprenditore avrebbe raccontato ai militari di essere stato aggredito e di non essere riuscito a calmare il suo ex dipendente. Quest’ultimo pare abbia spiegato agli investigatori che già in altre occasione avrebbe chiesto quanto dovuto per il lavoro svolto, senza avere alcuna risposta. Va ora verificato se l’uomo abbia lavorato con regolare contratto, potrebbero anche scattare ulteriori controlli sulle posizioni anche di altri dipendenti dell’azienda. Intanto, il 40enne è stato denunciato. Un episodio analogo pochi mesi fa nella frazione di Lavorate, quando un giovane manovale si era presentato dal datore di lavoro, titolare di una impresa edile, chiedendo somme per alcuni interventi di riparazione in una abitazione. Al diniego dell’imprenditore edile, scaturì una violenta lite.

Ultimo aggiornamento: 13:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA