Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bottiglie e cartacce abbandonate,
il consigliere M5S ripulisce l'aiuola

Giovedì 19 Luglio 2018 di Giovanna Di Giorgio
Michele Cammarano

«Aspetto con impazienza il decreto che impone la caparra di 70 centesimi su ogni bottiglia, con vuoto a rendere, come in Svezia», ha scritto ieri il consigliere regionale del M5S Michele Cammarano sulla sua pagina Fb a commento di una fotogarfia ritraente bottiglie, lattine e cartacce abbandoante in un'aiuola del Centro direzionale di Napoli. Con tanto di post scriptum: «Le bottiglie sono qui da dieci giorni. Domani le raccolgo io...». Un post provocatorio quello del politico pentastellato. Che, tuttavia, non è rimasto una semplice provocazione. Perché Cammarano lo ha detto e lo ha fatto.

A distanza di un giorno, sempre sulla sua pagina Fb, il consigliere pentastellato pubblica altre foto. Il luogo è lo stesso, l'aiuola del Centro direzionale di Napoli. Ma stavolta non ci sono più bottiglie, lattine e cartacce. In foto c'è lui con un sacchetto in mano. E tanto di commento: «Ieri avevo postato che se non fossero stati rimossi i rifiuti li avrei raccolti io. Perché?». E giù con un elenco di spiegazioni: «Non bisogna necessariamente essere operatori ecologici retribuiti per pulire l'ambiente dall'inciviltà e dall'ignoranza dei nostri simili; l'ambiente e il decoro sono di tutti. Non solo davanti casa nostra; evito di farmi nervoso e perdere fiducia negli esseri umani ogni volta che andando dalla stazione al centro direzionale passo da qui». A corredo, le fotografie dei bidoni per la raccolta differenziata che, scrive, sono «a 20 metri». E, sotto al post, valanghe di applausi e commenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA