Cambiano il nome per evitare interdittiva Antimafia: denunciata agenzia funebre

di Nicola Sorrentino

  • 18
SCAFATI. Un cambio di società per violare l'interdittiva Antimafia: scatta la denuncia per i titolari di un'agenzia funebre di Scafati. L'operazione è stata condotta dalla polizia municipale, che durante un controllo nei giorni scorsi ha notato un manifesto funebre. Sui totem gestiti dalla Geset, società impegnata nella riscossione dei tributi per conto del Comune, si leggeva il nome della società attenzionata da una recente indagine della Dia. Da ulteriori accertamenti, è risultato che, oltre il cambio di denominazione, tutto era rimasto immutato. Nella ditta nuova erano confluite le professionalità di quella precedente, per la continuità aziendale. I vigili hanno a quel punto denunciato i titolari e bloccato le attività lavorative. Gli atti sono stati inviati alla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore e alla Dda per ulteriori indagini sul caso. La ditta, da indagini dell'Antimafia, avrebbe avuto dei collegamenti o delle contiguità con il clan di Francesco Matrone. Lo scorso 31 luglio era stata la Procura Antimafia di Salerno a chiedere ed ottenere l'interdizione per almeno due ditte che operavano sul territorio cittadino.
Domenica 12 Agosto 2018, 12:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP