«Designer esperti in fabbricazione digitale»,
corso con borse di studio a Cava de' Tirreni

«Designer esperti in fabbricazione digitale», corso con borse di studio a Cava de' Tirreni
Venerdì 16 Settembre 2022, 18:47
3 Minuti di Lettura

Un corso di formazione per diventare designer del futuro, tra materiali tradizionali, stampa 3D e biomateriali. Sono aperte le preiscrizioni per «Designer esperto in fabbricazione digitale», autorizzato e certificato da Regione Campania e organizzato da Medaarch, società di progettazione attiva in design, architettura e ingegneria, specializzata in processi e tecnologie innovative con sede a Cava de' Tirreni (Salerno).

«Il corso – spiega Amleto Picerno Ceraso, co-founder di Medaarch – è aperto a studenti, laureati, artigiani, ricercatori e professionisti interessati a implementare o consolidare le proprie competenze e conoscenze nel campo della progettazione e del design. Ma la più importante novità di quest'anno è la certificazione della Regione Campania: per la prima volta in Italia sarà rilasciata una qualifica regionale di designer esperto in fabbricazione digitale valida in tutto il territorio nazionale. Inoltre, saranno messe a disposizione tre borse di studio a copertura totale del corso, offerte da Fondazione Saccone, TecUp e Asad Ventrella». Il percorso formativo, aperto a venti studenti, durerà sette mesi, 500 ore tra didattica frontale, laboratori, key competence e stage in aziende del settore manifatturiero campano. Esperti e designer accompagneranno i partecipanti nella sperimentazione di nuovi processi per l’artigianato e l’architettura per il rilancio del Made in Italy attraverso la manifattura avanzata.

«La struttura è sempre ispirata al Bauhaus – aggiunge il co-founder di Medaarch – quindi si impara da architetti e designer internazionali, maestri artigiani ed esperti di nuove tecnologie digitali, in un contesto fortemente creativo e innovativo e in gran parte utilizzando macchine e tecnologie di fabbricazione digitale, e strumenti artigianali». I partecipanti avranno la possibilità di sperimentare i materiali tipici della tradizione manifatturiera in maniera alternativa e materiali innovativi ed ecosostenibili, per realizzare manufatti artigianali con tecniche e strumenti nuovi.

Dalla ceramica all'utilizzo del legno, passando per biopolimeri con stampante 3D, fino ai biotessuti, saranno realizzati oggetti attraverso software di manipolazione algoritmica e si potrà lavorare all'interno del laboratorio BioLogic, presente all’interno degli spazi della scuola, il primo bio Fab-Lab del sud Italia. Il termine per le iscrizioni è fissato al 25 ottobre, inizio dell'attività didattica (organizzata in formula weekend) il 10 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA