Campania Stories, l'Italia del vino
riparte a settembre dal Cilento

Venerdì 21 Agosto 2020

L'Italia del vino riparte dalla Campania: è Campania Stories il primo evento dedicato alla stampa specializzata nazionale e internazionale ad essere programmato e organizzato nel post-emergenza e a svolgersi in presenza. Un format rinnovato per dare modo ai giornalisti italiani, europei e da Oltreoceano di degustare le nuove annate dei vini della regione, ma anche di scoprire i territori attraverso visite e iniziative.

Dall'1 al 4 settembre, si terrà la nuova edizione della rassegna promossa da Miriade & Partners e dalle circa 80 aziende partecipanti, in collaborazione con Ais Campania e con il sostegno della Regione Campania, che anche per questa edizione ha sposato in pieno lo spirito dell'evento, dando voce alle esigenze del comparto in termini di valorizzazione e di promozione, e con la Media Partnership di Luciano Pignataro Wine Blog. Main Sponsor di Campania Stories 2020 è il Gruppo Acanfora Hotels & Resorts. Altri partner dell'edizione 2020 sono Associazione Distretto Turistico Costa d'Amalfi, Assoenologi Campania, agenzia di viaggi AJ54.

Focus sulla stampa italiana ed europea, che sarà in Cilento per prendere parte ai tasting e alle visite alle aziende e ai territori, mentre per i giornalisti d'Oltreoceano sono stati organizzati groupage appositi per dare modo alle più importanti testate internazionali di degustare le nuove annate delle principali denominazioni regionali, superando le difficoltà logistiche dovute alla delicata congiuntura che si sta vivendo a livello globale. Un'edizione decisamente speciale, dunque, con l'importante obiettivo di rilanciare la promozione del vino campano nel mondo.

Il programma prevede tasting tecnici per l'assaggio dei vini delle aziende partecipanti da parte della stampa, tour su tutto il territorio regionale per visitare le cantine e incontrare i produttori, iniziative per dare la possibilità alla stampa di apprezzare il volto più autentico della Campania, in un dialogo inedito tra il patrimonio artistico-storico-naturalistico della regione e il vino. Non mancherà, infatti, la tappa al Parco Archeologico di Paestum, gioiello archeologico italiano e patrimonio Unesco, che si aggiunge agli altri simboli della Campania nel mondo che hanno finora ospitato la rassegna: il Museo Diocesano Complesso Monumentale Donnaregina, la Reggia di Caserta e la Costiera Amalfitana, dichiarata dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità per l'indiscussa bellezza ed unicità del suo paesaggio naturale.

L'ultimo giorno, venerdì 4 settembre, si terrà il tradizionale momento dedicato agli operatori di settore di tutta Italia, Campania Stories Day, con la possibilità di degustare i vini proposti in assaggio dalle aziende partecipanti (trefasce orarie disponibili: dalle ore 14.30 alle 16.30, dalle 17.30 alle 19.30, dalle 20.30 alle 22.30).

Interessanti e inediti i nuovi contenuti tecnici realizzati in occasione dell'edizione 2020: la pubblicazione realizzata annualmente conterrà infatti importanti aggiornamenti sui dati di produzione e di filiera, nonché sulla valutazione delle annate dei vini bianchi e rossi dell'ultimo ventennio. Per ogni millesimo una valutazione in ventesimi, relativa alla media qualitativa e al potenziale evolutivo generale, accompagnata da parole-chiave riconducibili allo specifico carattere climatico ed espressivo, oltre a indicazioni sulle finestre di consumo consigliabili per ciascuna annata. A cura di Associazione enologi enotecnici italiani - Sezione Campania la presentazione della nuova annata (2019). La pubblicazione dedicata a Campania Stories 2020 si conferma, dunque, uno strumento di grande utilità sia per i professionisti che per gli appassionati.

Circa 80 le aziende partecipanti all'edizione 2020 di Campania Stories. Per la provincia di Avellino: Amarano, Antico Castello, Bambinuto, Barbot Stefania, Bellaria, Borgodangelo, Canonico e Santoli, Cantine dell'Angelo, Colli di Lapio, Contrade di Taurasi, De Gaeta, Delite, Di Marzo, Di Meo, Di Prisco, Donnachiara, Ferrara Benito, Feudi di San Gregorio, I Capitani, I Favati, Il Cancelliere, Le Masciare, Nativ, Passo delle Tortore, Perillo, Pietracupa, Regina Collis, Rocca del Principe, Tecce Luigi, Tenuta Cavalier Pepe, Tenuta del Meriggio, Tenuta Sarno 1860, Tenuta Scuotto, Tenute di Altavilla, Terre D'Aione, Traerte, Vesevo, Vigne Guadagno, Villa Diamante, Villa Raiano.

Per la provincia di Benevento: Fontanavecchia, Fattoria Ciabrelli, Iannella Antonio, La Guardiense, La Rivolta, Monserrato 1973, Mustilli, Rossovermiglio, Terre Stregate. Per la provincia di Caserta: Alois, Cantina di Lisandro, Galardi, Sclavia, Villa Matilde Avallone. Per la provincia di Napoli: Agnanum, Astroni, Bosco dè Medici, Cantine del Mare, Casa Setaro, Contrada Salandra, La Sibilla, Martusciello Salvatore, Sorrentino, Villa Dora. Per la provincia di Salerno: Albamarina, Cantine Barone, Cuomo Marisa, Famiglia Pagano, Lenza Viticoltori, Lunarossa, Marino, Montevetrano, Polito Viticoltori, Sammarco Ettore, San Salvatore 1988, Tempa di Zoè, Vuolo Mila.

Continuano parallelamente anche le attività di promozione della Campania del vino nel mondo, portata avanti per tutta la durata dell'anno da Campania Stories, con attenzione e sostegno al tessuto produttivo della vitivinicoltura campana, presentando denominazioni, territori e protagonisti del mondo del vino, da seguire attraverso gli hashtag #campaniastories e #iobevocampano.

Ultimo aggiornamento: 15:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA